Vasilij Ivanovič Suvorov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vasilij Ivanovič Suvorov
Суворов Василий Иванович.jpg
NascitaMosca, 1705
MorteMosca, 1775
Luogo di sepolturaChiesa di San Feodor, Mosca
Dati militari
Paese servitoRussia Impero russo
GradoGenerale
GuerreGuerra dei sette anni
Altre caricheGovernatore della Prussia orientale
voci di militari presenti su Wikipedia

Vasilij Ivanovič Suvorov (in russo: Василий Иванович Суворов?; Mosca, 1705Mosca, 1775) è stato un generale russo. Senatore dell'Impero russo e generale, fu governatore della Prussia orientale nel 1761-1762. Fu padre del generalissimo Aleksandr Vasil'evič Suvorov.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del generale Ivan Grigor'evič Suvorov (1670-1715) e di sua moglie Maria Ivanovna, fu intimo amico di Pietro il Grande di cui fu aiutante militare e traduttore. Alla morte dello zar Pietro I, le sue fortune non mutarono e fu indicato come ufficiale nel reggimento Preobrazhensky, al quale ebbe accesso col grado di capitano.[1]

Nel 1738, insieme a Fedor Ushakov, si recò a Tobol'sk dove incontrò il principe esiliato Ivan Alekseevič Dolgorukov, il quale era caduto in disgrazia dopo l'ascesa della zarina Anna I.[2] Questo episodio venne descritto anche nel romanzo di Valentin Pikul' dal titolo "Parola e atto".

Nel 1740 venne trasferito alle dipendenze del direttorio generale di Berg col grado di colonnello. Il 2 febbraio 1741 venne destinato agli affari civili come consigliere di stato.

Il 29 marzo 1753 fu rappresentante del senato russo presso il Santo Sinodo, la massima autorità religiosa dell'intero impero russo, e nel dicembre del 1753 venne promosso al maggiore generale.

Nel 1754, la zarina Elisabetta I, lo volle membro del collegio militare nazionale ed il 7 gennaio 1758 lo fece promuovere al grado di tenente generale. Nel 1760, come membro di spicco dell'esercito russo, decise di contribuire con 300.000 rubli all'acquisto di cibo per i soldati impegnati nella guerra dei sette anni. In quello stesso anno venne insignito dell'Ordine di San Alexander Nevsky. Il 16 agosto 1760 venne nominato senatore.

Nel dicembre del 1760 venne nominato governatore generale della regione della Prussia orientale. Durante questo periodo si impegnò attivamente per aumentare la ricchezza e lo sfarzo della propria posizione, agendo come un principe, tenendo un teatro di corte con frequenti spettacoli, ordinando preziose iconostasi per le chiese ortodosse locali e mettendo all'asta molti lotti di terreni dello stato per aumentare il reddito del tesoro nazionale. Molti funzionari locali si lamentarono però di questo suo comportamento presso la corte di San Pietroburgo ed il 27 dicembre 1761 venne rimosso dal proprio incarico.

Il 30 gennaio 1762, Pietro III di Russia, con decreto imperiale, decise di trasferire Suvorov a Tobolsk come governatore, ma questi non riuscì a prendere la propria carica in quanto nel giugno di quello stesso anno avvenne la detronizzazione di Pietro III. Lo stesso Suvorov prese parte alla deposizione del sovrano ed a lui venne affidato il compito di disarmare i fedelissimi dell'ormai ex imperatore nell'Holstein.

La nuova zarina, Caterina II, lo promosse al ruolo di comandante del reggimento Preobrazhensky della sua guardia personale, come pure a quello del reggimento Izmailovsky. Venne impiegato in questo periodo in una serie di indagini politiche, come quella sul caso di Fedor Khitrovo (1763).

Il 14 marzo 1763 venne promosso generale e nel 1766 gli venne assegnato il I grado dell'Ordine di Sant'Anna.

Ritiratosi dal servizio attivo nel 1768, acquistò dalla vedova di Matvey Rzhevsky una casa presso la Porta di Nikitsky a Mosca.

Suvorov conosceva diverse lingue e tradusse l'opera di Sébastien Le Prestre de Vauban "La fondazione delle fortezze" in lingua russa.

Vasilij Ivanovič Suvorov morì all'età di 70 anni e fu sepolto nella chiesa di San Feodor non lontana dalla propria abitazione moscovita.

Matrimonio e figli[modifica | modifica wikitesto]

Vasily Ivanovich Suvorov, all'età di 15 anni, sposò Eudossia Feodosievna Manukova, figlia di un giudice di San Pietroburgo appartenente ad un'antica famiglia moscovita. Come dote, la sposa portò una tenuta posta presso il villaggio di Orël e una casa sull'Arbat, vicino alla chiesa di San Nicola di Yavlenny:

  • Aleksandr Vasil'evič (1729-1800) - feldmaresciallo dell'impero russo e generalissimo.
  • Anna Vasil'evna (1744-1813), moglie del principe Ivan Romanovič Gorchakov. Fu sepolta a Mosca nel monastero di Donskoy, vicino alla chiesa principale.
  • Maria Vasil'evna, moglie del consigliere di stato Aleksej Vasil'evič Oleshev, capo provinciale della nobiltà del Vologda. Morì dopo soli tre anni di matrimonio.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine imperiale di Sant'Aleksandr Nevskij - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine imperiale di Sant'Aleksandr Nevskij
Cavaliere di I Classe dell'Ordine imperiale di Sant'Anna - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe dell'Ordine imperiale di Sant'Anna

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Гребельский, П. Х. Светлейшие князья Италийские графы Суворовы-Рымникские и дворяне Суворовы // Александр Васильевич Суворов: Слово Суворова; Слово современников; Материалы для биографии / Составитель и автор вступ. статьи: С. Н. Семанов. — Москва : Русскій міръ, 2000. — С. 10 (с портретом В. И. Суворова на цвет. вкл.). — 555 с. — ISBN 5-89577-027-4.
  • Книга доступна по лицензии CC BY-SA 4.0 Зацепин М. И., Ермак А. В., Костяшова З. В., Кулаков В. И, Сивкова С. Г., Литвинов Н. Н., Попов М. П. Янтарные коллекции // Янтарная книга. (Янтарный мир) = Amber Book / Рецензенты: Н. В. Мартынович, А. П. Росницын.. — Научная монография. — Москва—Калининград—Янтарный: Первая Образцовая типография, 2017. — 208 с. — 1000 экз. — ISBN 978-5-7164-0721-3.
  • Род Суворова, детство и время до боевой службы // А. В. Суворов — великий сын России: к 200-летию со дня смерти. — Сборник. — Москва: Триада-X, 2000. — С. 122—125 (с портретом В. И. Суворова). — 320 с. — ISBN 5-8249-0038-8.
  • Anthing, Versuch einer Kriegsgeschichte des Grafen Suworow (Gotha, 1796 - 1799)
  • Lieut.-Colonel Spalding, Suvorof (London, 1890)
  • The standard Russian biographies of Polevoi (1853; Ger. trans., Mitau, 1853); Rybkin (Moscow, 1874), Vasiliev (Vilna, 1899), Meshcheryakov and Beskrovnyi (Moscow, 1946), and Osipov (Moscow, 1955).
  • The Russian examinations of his martial art, by Bogolyubov (Moscow, 1939) and Nikolsky (Moscow, 1949).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie