Varmia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Varmia o Warmia (in tedesco Ermland o Ermeland, in polacco: Warmia) è una regione compresa tra la Pomerania e la Masuria, nel nord-est della Polonia.

La Varmia nel 1648

Insieme alla Masuria, forma il Voivodato della Varmia-Masuria. Ad ovest della Varmia v'è la Pomerania, a sud la Terra di Chełmno, la Sassinia e la Galindia (in seguito chiamata Masuria); ad est la Sambia e a nord la laguna della Vistola. La Varmia è stata sotto il controllo di diversi stati durante la sua storia, principalmente dell'Ordine Teutonico, della Polonia e del Regno di Prussia. La storia della Varmia è stata sempre legata a quella dell'Arcidiocesi di Varmia.

L'area è quasi sempre stata abitata dalle tribù prussiane dei Varmiani (in lettone: Vārmieši) sottomessi ai Cavalieri Teutonici. Secondo l'etimologia popolare del termine, il nome viene dal nome di un capo prussiano, Warmo e da quello della sua vedova Erma. Per alcuni secoli rimase come territorio polacco, circondato da quello del Ducato di Prussia.

Principali città[modifica | modifica wikitesto]

Famosi varmiani[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN139612065 · GND: (DE4015327-7
Polonia Portale Polonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Polonia