Uovo della costellazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Uovo della costellazione
Constellation (Fabergé egg) original sketch.jpeg
Schizzo originale.
Anno1917 (non terminato)
Primo proprietarioAleksandra Fëdorovna Romanova
Attuale proprietario
Istituzione o individuoMuseo Mineralogico Fersman / Museo Fabergé
Acquisizione2001 / fine anni 1990
Caratteristiche
Materialivetro, diamanti, cristallo.

L'Uovo della costellazione (o Uovo blu della costellazione dello zarevic) è una delle uova imperiali Fabergé: un uovo di Pasqua gioiello che l'ultimo Zar di Russia, Nicola II aveva intenzione di donare a sua moglie nel 1917. Si tratta dell'ultimo uovo prodotto e non fu mai portato a termine perché la rivoluzione del 1917 detronizzò la dinastia.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Da un documento del 1917 sappiamo che l'uovo era di vetro blu inciso come un globo celeste, con le costellazioni - contrassegnate da diamanti taglio rosetta - ed i segni zodiacali sotto i quali era nato lo zarevic Aleksej, che era del segno del Leone.

Si trattava di un orologio con un quadrante girevole a forma di disco.

L'uovo era sostenuto da nuvole di cristallo di rocca smerigliato e cherubini d'argento[1] su una base di giada.[2]

Esemplare del Museo Fersman; la fascia bianca è stata aggiunta di recente per preservare il vetro.

Uovo del Museo Mineralogico Fersman[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 furono rinvenuti nel Museo Mineralogico Fersman, a Mosca, un supporto in cristallo opaco scolpito a forma di nuvole ed un uovo di vetro blu diviso in due metà: quella inferiore è allungata mentre le incisioni sono sulla semisfera superiore.

Gli esperti ritengono che siano parti di un uovo Fabergé incompleto.[3]

I piccoli diamanti che tempestavano le costellazioni sono andati persi, manca anche l'orologio con il quadrante che doveva circondare il globo celeste.[4]

Dalle registrazioni degli archivi del Museo Fersman risulta che nel 1925 Agathon Fabergé, uno dei figli di Peter Carl Fabergé, prima di fuggire all'estero, donò al museo molti oggetti preziosi, comprese le parti dell'ultimo uovo di Pasqua creato dalla Fabergé.[5]

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Esistono due esemplari di questo uovo, uno è quello esposto al museo Fersman, non completato e ritenuto per anni quello autentico. A questa versione si contrappone il milionario e collezionista russo Alexandr Ivanov che ha più volte dichiarato di possedere il vero Uovo della costellazione completo e che quello esposto al museo Fersman è solo una copia o un lavoro intermedio di realizzazione. La teoria di Ivanov è sostenuta da alcuni esperti, l'uovo è esposto nel Museo Fabergé che lo stesso Ivanov ha aperto a Baden Baden. Al contrario gli esperti del museo Fersman ritengono un falso l'uovo di Ivanov e autentico il loro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (RU) ПОСЛЕДНЕЕ ЯЙЦО КАРЛА ФАБЕРЖЕ [collegamento interrotto], su ogoniok.com.
  2. ^ (RU) Таисия БЕЛОУСОВА, Роковые яйца, su sovsekretno.ru.
  3. ^ Карл Фаберже и мастера камнерезного дела. Самоцветные сокровища России. // Carl Faberge and masters of stone carving. Russian gems. (Catalogo della mostra al Cremlino), Mosca. 2011. P. 62.
  4. ^ (EN) Oleg Torchinsky, MORE SENSATIONS FROM FABERGE, su chile.mid.ru (archiviato dall'url originale il 7 luglio 2012).
  5. ^ (RU) Последнее императорское пасхальное яйцо Фаберже: что рассказали звезды, Museo Mineralogico. AE Accademia Russa delle Scienze, Fersman (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2006).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]