Uovo delle viole

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Uovo delle viole
Fabergé logo2.jpg
Anno1899
Primo proprietarioDagmar di Danimarca
Attuale proprietario
Istituzione o individuoCollezione privata
Acquisizione1947
Fabbricazione
Mastro orafoMichail Evlamp'evič Perchin
Caratteristiche
Materialinefrite, argento dorato, diamanti, smalto bianco, rosso, verde e viola opaco
Altezza14,6 cm
Sorpresa
Pansy egg surprise.svg
Schema della placca a forma di cuore con i monogrammi della famiglia imperiale.
Materialioro multicolore, diamanti, smalto rosso fragola, verde e bianco, perle e madreperla

L'Uovo delle viole è una delle uova imperiali Fabergé, un uovo di Pasqua gioiello. Venne regalato per la Pasqua del 1899 alla zarina madre Dagmar di Danimarca dal figlio Nicola II. Per la stessa occasione, lo zar donò alla moglie l'Uovo dei gigli.

Proprietari[modifica | modifica wikitesto]

Quest'oggetto fa parte del gruppo di dieci uova Fabergé vendute nel 1930 dall'Antikvariat; questa fu acquistata dalle Hammer Galleries di New York. Nel 1947 il proprietario, Armand Hammer, lo vendette all'ereditiera di New Orleans Matilda Geddings Gray. Quest'ultima a sua volta in seguito lo regalò a sua nipote, la signora Matilde Gray Stream, per l'anniversario di nozze. Si tratta di una delle pochissime uova imperiali Fabergé rimaste in una collezione privata.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'uovo è fatto di nefrite ed è sostenuto, con la punta verso il basso, da un supporto d'argento dorato che ha la forma di un fascio di foglie dalle quali spuntano cinque fiori e cinque gemme di viola del pensiero, con i petali smaltati in varie sfumature di viola.[1] La parte superiore si può aprire per estrarre la sorpresa. Questo e l'uovo dei mughetti sono le sole in stile art nouveau.

Sorpresa[modifica | modifica wikitesto]

La sorpresa è una placca a forma di cuore, smaltata di bianco opalescente su uno sfondo di raggi di sole guilloché, decorata con diamanti taglio rosetta montati in argento e sormontata dalla corona dei Romanov anch'essa tempestata di diamanti. La placca poggia su un cavalletto d'oro sormontato da una stella di diamanti tra rami d'alloro, posta sopra l'anno di realizzazione (1899); il cavalletto è scanalato e impreziosito da motivi floreali e decorato con oro, pietre preziose e perle. La placca reca undici cornici ovali, nascoste da coperchi d'oro smaltati di rosso fragola, ciascuno con il monogramma di uno dei principali membri della famiglia imperiale; tutti collegati da un grande "M" realizzata in diamanti.[2] Premendo un pulsante i coperchi si aprono simultaneamente rivelando i ritratti in miniatura dei membri della famiglia imperiale; letti in verticale, nella prima colonna sono raffigurati:

nella seconda colonna:

nella terza colonna:

nella quarta:

infine, nella quinta colonna:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Mieks
  2. ^ (EN) Abraham Kenneth Snowman, Catalogue of Imperial Easter Eggs, in The art of Carl Fabergé, Second, Faber and Faber, 1962, p. 89.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) 1899 Pansy Egg, in Mieks Fabergé Eggs, 1º aprile 2016. URL consultato l'11 marzo 2017 (archiviato il 15 ottobre 2008).

Coordinate: 37°33′25.13″N 77°28′26.26″W / 37.55698°N 77.47396°W37.55698; -77.47396