USS Missouri (BB-63)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
USS Missouri
Missouri post refit.JPG
La Missouri negli anni 80
Descrizione generale
Flag of the United States.svg
TipoNave da battaglia
ClasseIowa
IdentificazioneBB-63
Ordine12 giugno 1940
CantiereNew York Navy Yard - New York
Impostazione6 gennaio 1941
Varo29 gennaio 1944
Entrata in servizio11 giugno 1944
Radiazione31 marzo 1992
Destino finalenave museo
Caratteristiche generali
Dislocamento45000 t
Lunghezza271,27 m
Larghezza32,92 m
Pescaggio10,97 m
Propulsionea turbine meccaniche su 4 eliche
Velocità33 nodi (61,12 km/h)
Autonomia
Equipaggio151 ufficiali + 2637 sottufficiali e comuni
Armamento
ArtiglieriaAlla costruzione:

Durante la guerra fredda e la Guerra del golfo:

  • 9 cannoni da 406mm/50cal
  • 12 cannoni da 127mm/38cal
  • 4 20/70mm Phalanx CIWS
MissiliDurante la guerra fredda e la Guerra del golfo:
CorazzaturaTorrette: 295-439mm
Cintura principale: 307mm
Ponte superiore 191mm
Torrione Comando: 287mm
Mezzi aereiVought OS2U Kingfisher
Note
SoprannomeMigthy mo/big mo
voci di navi da battaglia presenti su Wikipedia

La USS Missouri (BB-63) è stata una corazzata veloce della Marina degli Stati Uniti, entrata più volte nella storia del suo paese sia direttamente che con i suoi 20 comandanti.

Ultima corazzata varata dagli Stati Uniti e ultima ad essere rimossa dal servizio attivo (USS Iowa (BB-61) e USS Wisconsin (BB-64) rimangono in riserva).

Divenuta l'emblema della forza della US Navy e in seguito resa famosa al di fuori dell'ambito militare grazie a film e videogiochi, massima espressione dell'ingegneria navale americana durante la seconda guerra mondiale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La corazzata USS Missouri della Marina degli Stati Uniti d'America, appartiene alla classe Iowa, con un tonnellaggio di 58.000 tonnellate, e una lunghezza di 270,43 metri. Fu la terza su quattro della sua classe che comprendeva anche Iowa (BB-61), New Jersey (BB-62) e Wisconsin (BB-64). È stata l'ultima corazzata costruita dagli Stati Uniti (la USS Wisconsin fu impostata dopo ma varata prima della Missouri).

Fu varata il 29 gennaio 1944, madrina Mary Margaret Truman, figlia di Harry Truman, allora senatore dello stato del Missouri e poi 33º presidente degli Stati Uniti. La nave prende il nome del Missouri, stato di nascita di Harry Truman.

Seconda guerra mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Entrata in servizio l'11 giugno del 1944 sotto il comando del capitano di vascello William M. Callaghan, nei primi mesi operò nella zona della baia di Chesapeake insieme al grande incrociatore Alaska utilizzando i suoi cannoni in prove a varie distanze; il 18 novembre le due navi, con ad una scorta di cacciatorpediniere, attraversarono il canale di Panama verso San Francisco. Il 14 dicembre successivo diresse su Ulithi e da lì operò come scorta e scudo antiaereo per la Fast Carrier Task Force 58; il 19 febbraio 1945 prese parte ai bombardamenti di Iwo Jima, in seguito si aggregò alla task force Yorktown dell'omonima portaerei; nelle settimane successive bombardò le coste giapponesi sempre come nave scorta e durante la battaglia di Okinawa, l'11 aprile, mentre operava con le portaerei, la squadra fu attaccata da kamikaze giapponesi, uno dei quali colpì la Missouri causando nonostante un lieve incendio; 6 giorni dopo aiutò ad affondare il sottomarino giapponese I-56 individuandolo con il sonar di bordo; il 9 maggio divenne ammiraglia sotto le insegne di William Halsey e nelle due settimane successive bombardò le coste delle isole vicino ad Okinawa; mentre bombardava contro l'isola di Hokkaidō, due bombe atomiche esplosero sul Giappone. Come nave ammiraglia fu assegnata alla flotta d'occupazione e insieme alle altre corazzate della Pacific Fleet entrò il primo settembre nella baia di Tokyo. Il giorno successivo, alla presenza dei comandi alleati, il governò giapponese firmò la resa del Giappone sul suo ponte, dove ora sorge una targa commemorativa.

Dopoguerra[modifica | modifica wikitesto]

Partita da Tokyo per New York, arrivò il 23 ottobre e rimase in cantier per grandi lavori di revisione. Il 21 marzo 1946 dirigere su Istanbul dove attraccò il 5 aprile. Il 9 salpò per la Grecia dov'era scoppiata una guerra civile tra comunisti ed ex-partigiani ed anti-comunisti; una volta sbarcati i capi del governo, il 26 aprile partì alla volta di vari porti africani come rappresentante del governo degli Usa. Tornata in patria, portò il 30 agosto 1947 il presidente Truman e famiglia a Rio de Janeiro per un vertice con il governo brasiliano. Nel 1948 fu la prima corazzata al mondo ad imbarcare un elicottero e a novembre partì per un'esercitazione artica insieme ad altre navi.

Guerra di Corea[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1950 scoppiò la guerra di Corea e la Missouri fu immediatamente inviata come nave ammiraglia per prendere parte alle operazioni. Per tutto il 1950 scortò le portaerei e bombardò le coste nordcoreane, proseguendo fino all'ottobre 1951, quando fu richiamata a Norfolk. Dopo alcuni mesi di addestramento e armamento, nel novembre del 1952 tornò in Corea e fino alla fine della guerra bombardò le postazioni nemiche con i pezzi principali e con nuovi missili. Terminate le ostilità, nel 1954 partì per una crociera in Europa insieme alle tre navi gemelle (unico trasferimento in cui viaggiarono insieme). Rientrò poi nella West Coast per essere messa in riserva.

Disattivazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1955 fu posta in riserva, rimanendo ancorata a Bremerton.

Riattivazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1984 sotto l'amministrazione Reagan, la nave fu riattivata nell'ambito del progetto della marina delle 600 navi; passò un anno e mezzo in cantiere per lavori di ammodernamento dei sistemi arma (mitragliatrici automatiche per la difesa anti-missile, nuove celle per missili anti-aereo, sistemi per la difesa ravvicinata e nuovi radar di ultima generazione, sostituite 2 torri secondarie per celle per missili BGM-109 Tomahawk. Negli anni successivi prese parte alle prime esercitazioni RIMPAC.

Prima guerra del Golfo[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 agosto 1990 l'Iraq invase il Kuwait; il governo di Bush dichiarò guerra al governo iracheno e a novembre la Missouri ricevette ordine di dirigersi immediatamente verso il Golfo Persico per prendere parte all'operazione Desert storm, insieme alla gemella Wisconsin; per due mesi bombardarono con artiglieria e missili le postazioni nemiche senza subire attacchi ma subì danni accidentali dalle difese anti missile della fregata USS Jarrett (FFG-33).

Nave museo e onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

La vita operativa finì ai primi 2000 quando fu radiata; il 14 ottobre 2009 fu ancorata come nave museo a Pearl Harbor, lungo la Battleship Row - dove affondò la USS Oklahoma (BB-37) durante l'attacco del 7 dicembre 1941, di fronte al memoriale della USS Arizona (BB-39).

Ricevette tre Battle stars per il suo servizio durante la 2ª guerra mondiale, 5 per la guerra di Corea e 3 per la guerra del Golfo.

Altro[modifica | modifica wikitesto]

Con lo stesso nome vi fu una nave, con distintivo ottico BB-11, attiva dal 1903 al 1922. Aveva un tonnellaggio di 13.500 tonnellate e apparteneva alla classe Maine.

La nave tornò in "servizio" per il film Battleship.

La resa del Giappone firmata a bordo della USS Missouri
La placca commemorativa posta sul punto esatto in cui venne firmata la resa del Giappone

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Videogames[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Under Siege locations, su movie-locations.com. URL consultato il 28 gennaio 2021.
  2. ^ World in conflict soviet assault cutscenes 13, su youtube.com.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN157179888 · LCCN (ENn85314719 · WorldCat Identities (ENlccn-n85314719