Territorio (diritto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Tutela del territorio)
Jump to navigation Jump to search

Il territorio in diritto è la zona geografica sulla quale lo Stato esercita la sua sovranità ed è uno dei suoi elementi essenziali.

Il territorio comprende la terraferma delimitata da confini che sono stabiliti tramite accordi bilaterali tra gli stati. Comprende anche i laghi e fiumi entro questo territorio.

Oltre alla terraferma e tutto ciò che contiene, il territorio dello Stato comprende il sottosuolo fino alla profondità raggiungibile dall'uomo e lo spazio atmosferico che si trova al di sopra della terraferma; lo Stato ha diritto di impedire a qualsiasi velivolo di sorvolare il proprio territorio senza il suo consenso in base alla convenzione di Chicago del 1954.

Dopodiché, le acque territoriali sono zona economica esclusiva fino a 200 miglia oltre le acque territoriali, include il tratto di mare lungo le coste in base alla convenzione di Montego Bay del 1982. Questa zona è riservata in primis all'utilizzazione delle risorse marine, ma è anche consentito il transito di imbarcazioni di altri paesi, posizionamento di cavi, oleodotti e tubature; la piattaforma continentale si estende fino a 200 miglia dalla costa in base alla convenzione di Ginevra del 1958 ed è utilizzata per sfruttamento esclusivo di giacimenti di gas e petrolio e per la loro ricerca.

Le navi e gli aerei sono soggetti alla sovranità dello Stato di cui battono bandiera anche quando si trovano al di fuori dei suoi confini.

La sovranità di uno Stato si estende a parti del territorio che sono oltre i confini dello Stato in spazi internazionali (navi-aerei civili) o di un altro Stato (navi-aerei militari). Lo spazio extraterritoriale è di tutti.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]