Turkey (Texas)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Turkey
city
(EN) City of Turkey
Turkey – Veduta
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoFlag of Texas.svg Texas
ConteaHall
Territorio
Coordinate34°23′39.12″N 100°53′42″W / 34.3942°N 100.895°W34.3942; -100.895 (Turkey)Coordinate: 34°23′39.12″N 100°53′42″W / 34.3942°N 100.895°W34.3942; -100.895 (Turkey)
Altitudine711 m s.l.m.
Superficie2,12 km²
Abitanti421 (2010)
Densità198,58 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale79261
Prefisso806
Fuso orarioUTC-6
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Turkey
Turkey
Turkey – Mappa

Turkey è un comune (city) degli Stati Uniti d'America della contea di Hall nello Stato del Texas. La popolazione era di 421 abitanti al censimento del 2010.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Turkey è situata a 34°23′39″N 100°53′41″W / 34.394167°N 100.894722°W34.394167; -100.894722 (34.394248, −100.894736)[1].

Secondo lo United States Census Bureau, la città ha una superficie totale di 2,12 km², dei quali 2,12 km² di territorio e 0 km² di acque interne (0% del totale).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La comunità, probabilmente colonizzata nei primi anni 1890, inizialmente si chiamava Turkey Roost, a causa dei tacchini selvaggi che si trovavano una volta vicino al Turkey Creek[2]. Nel 1892, fu organizzata una congregazione metodista episcopale nella casa di W. M. Cooper[2]. La città cambiò nome in Turkey nel 1893, quando un ufficio postale fu creato nel rifugio di Alfred P. Hall, il primo direttore postale[2]. Più tardi, John M. Gist divenne il direttore postale e servì fino al 1895, quando l'ufficio postale fu chiuso[2]. Nel 1900, l'ufficio postale di Turkey venne riaperto, e nel 1906 fu creato un distretto scolastico e fu organizzato un capitolo dei "Woodmen of the World"[2]. Il piano della città fu ufficialmente registrato nel 1907[2]. Nel 1914, circa 250 abitanti vivevano a Turkey, che possedeva una banca, un hotel, un negozio e due drogherie[2]. Un giornale, il Turkey Gobbler, iniziò ad essere pubblicato dal 1919[2]. Quando Turkey fu incorporata nel 1926, Jess Jenkin divenne il primo sindaco, e G. Katzkie e J. B. Miller furono eletti come assessori[2]. Nel 1927, la città possedeva una popolazione stimata di 600 abitanti, e nello stesso anno una chiesa battista missionaria fu costruita[2]. Un dipartimento dei vigili del fuoco fu organizzato nel febbraio del 1928, dopo che un incendio distrusse gran parte del quartiere degli affari[2]. La Fort Worth and Denver Railway fu costruita attraverso la città l'anno successivo, e il 17 dicembre gli abitanti celebrarono l'arrivo della prima locomotiva[2]. Con la ferrovia, Turkey divenne un importante punto di trasporto per i coltivatori dell'area e per i rancher, e nel 1929, la città possedeva due banche e circa 1,000 abitanti[2]. Una chiesa dell'Assemblea di Dio fu costruita l'anno successivo[2]. La grande depressione rallentò la crescita negli anni 1930[2]. Una banca fu chiusa nel 1933 e l'altra nel 1940; nel frattempo, la popolazione scese da circa 975 nel 1931 a 930 nel 1941[2]. Durante la fine degli anni 1940 o l'inizio degli anni 1950, l'economia locale si riprese, e nel 1950, Turkey possedeva 50 aziende e 998 abitanti[2]. Nel 1955, erano presenti circa 1,005 abitanti, ma la città cadde in declino verso la fine degli anni 1950[2]. Nel 1958, erano presenti soltanto 38 aziende, e nel 1961 la popolazione di Turkey era scesa a 813 abitanti[2]. Operavano soltanto 20 aziende a Turkey nel 1972, quando la sua popolazione era scesa a 680 abitanti[2]. Una mappa del 1981, mostrava due scuole e cinque chiese a Turkey; nel 1982, la città possedeva 23 aziende e 644 abitanti[2]. Nel 1990, tuttavia, Turkey possedeva soltanto 12 aziende e 507 abitanti[2]. Nel 2000, la popolazione era di 494 abitanti[2].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento[3] del 2010, la popolazione era di 421 abitanti.

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento del 2010, la composizione etnica della città era formata dal 79,57% di bianchi, l'1,9% di afroamericani, lo 0% di nativi americani, lo 0% di asiatici, lo 0% di oceanici, il 16,86% di altre razze, e l'1,66% di due o più etnie. Ispanici o latinos di qualunque razza erano il 33,97% della popolazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN126667213
Texas Portale Texas: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Texas