Turismo in Germania

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mappa fisica della Germania.

Il turismo in Germania è un settore assai importante e proficuo. La Germania è il settimo paese maggiormente visitato al mondo[1][2], per un totale di 407,26 milioni di pernottamenti nel corso del 2012[3]; questo numero include 68,83 milioni di pernottamenti di ospiti stranieri.

La maggior parte dei turisti stranieri nel 2009 erano provenienti dai Paesi Bassi, dagli Stati Uniti d'America e dalla Svizzera; inoltre, oltre il 30% dei tedeschi trascorrono le loro vacanze nel proprio paese. Secondo le relazioni di viaggi e del turismo sulla competitività, la Germania è valutata come una delle destinazioni di viaggio più sicure in tutto il mondo.

L'organismo ufficiale per il turismo in Germania è il consiglio tedesco del turismo nazionale (DZT), rappresentato in tutto il mondo dagli enti per il turismo nazionale in 29 paesi. Le indagini svolte da parte del DZT includono le percezioni e le ragioni per la quali si sceglie di trascorrere le proprie vacanze in Germania, che sono le seguenti (con possibilità di risposte multiple): la cultura (75%), la campagna e la vita all'aperto (59%), le città d'arte (59%), la pulizia (47%), la sicurezza (41%), la modernità (36%), la buona qualità degli alberghi (35%), la buona gastronomia e la cucina (34%), una buona accessibilità alle località di vacanza (31%), il cosmopolitismo e l'ospitalità (27%), l'opportunità di shopping (21%), la vita notturna (17%) e il buon rapporto qualità/prezzo (10%)[4].

Nel 2012 oltre 30,4 milioni di turisti internazionali hanno fatto sosta in Germania, portando al paese oltre 38 miliardi di dollari nelle entrate turistiche internazionali[5]. Il turismo di viaggio nazionale e internazionale combinati contribuiscono direttamente a più di 43,2 miliardi di euro del PIL tedesco. Compresi gli impatti indiretti e indotti l'industria turistica contribuisce al 4,5% del PIL e supporta due milioni di posti di lavoro (4,8% dell'occupazione totale)[6]. L'ITB Berlin (Internationale Tourismus-Börse Berlin) è il leader mondiale della fiera del turismo[7].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La tabella seguente mostra la distribuzione dei pernottamenti trascorsi dai visitatori nazionali ed internazionali in ciascuno dei 16 lander della Germania nel 2008. Con 76,91 milioni di notti trascorse in hotel, ostelli o cliniche, la Baviera ha il maggior numero di visitatori. Con 14.300 notti per mille abitanti il Meclemburgo-Pomerania Anteriore ha la più alta densità di turisti.

stati numero di notti
nel 2008
in milioni
numero di
visitatori
in milioni
notti/popolazione
Baden-Württemberg 43.62 8.90 4.1
Baviera 76.91 17.30 6.1
Berlino 17.77 6.18 5.2
Brandeburgo 9.41 0.86 3.7
Brema 1.65 0.34 4.2
Amburgo 7.66 1.42 4.3
Assia 27.30 6.69 4.5
Mecklenburg-Vorpommern 23.83 1.07 14.3
Bassa Sassonia 36.92 3.73 4.2
Renania Settentrionale-Vestfalia 41.52 8.39 2.3
Renania-Palatinato 18.45 4.17 4.6
Saarland 2.26 0.32 2.2
Sassonia 15.70 1.63 3.7
Sassonia-Anhalt 6.70 0.52 2.8
Schleswig-Holstein 21.07 2.40 7.4
Turingia 8.68 0.60 3.8

La maggior parte dei visitatori che arrivano in Germania per un termine breve provengono dalle seguenti nazioni[8][9]:

Posizione Pease 2014 2016
1 Paesi Bassi Paesi Bassi 4,237,865 4,477,100
2 Svizzera Svizzera 2,778,455 3,115,456
3 Stati Uniti Stati Uniti 2,371,086 2,558,495
4 Regno Unito Regno Unito 2,415,477 2,551,061
5 Austria Austria 1,725,259 1,818,872
6 Francia Francia 1,617,901 1,725,854
7 Italia Italia 1,642,443 1,651,933
8 Danimarca Danimarca 1,466,561 1,592,500
9 Belgio Belgio 1,310,693 1,424,482
10 Cina Cina 1,033,470 1,363,979
Totale degli arrivi internazionali 32,999,298 35,555,391

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Interim Update (PDF), in UNWTO World Tourism Barometer, UNWTO, aprile 2011. URL consultato il 26 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2015).
  2. ^ Copia archiviata (PDF), dtxtq4w60xqpw.cloudfront.net. URL consultato l'11 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 4 ottobre 2013).
  3. ^ Zahlen Daten Fakten 2012 (in German), German National Tourist Board
  4. ^ http://dzt.picworld-touristic.de/index.php?language=de
  5. ^ Tourism Highlights 2013 edition (PDF), UNWTO. URL consultato il 26 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 27 novembre 2013).
  6. ^ 2013 Travel & Tourism Economic Impact Report Germany (PDF), WTTC. URL consultato il 26 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 3 dicembre 2013).
  7. ^ ITB Berlin: The World's Leading Travel Trade Show, su http://www.expodatabase.com, M+A Expo Database. URL consultato il 13 settembre 2016.
  8. ^ Tourismus in Zahlen 2014, Statistisches Bundesamt
  9. ^ Tourismus in Zahlen 2016, Statistisches Bundesamt

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]