Trattato dell'Oregon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oregoncountry.png

Il Trattato con la Gran Bretagna riguardo ai confini occidentali delle Montagne Rocciose (noto anche come Trattato dell'Oregon o Trattato di Washington) è un trattato bilaterale fra Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda e Stati Uniti del 1846 che stabilisce il 49º parallelo Nord come confine tra Stati Uniti e Canada Britannico, dalle Montagne Rocciose allo Stretto di Juan de Fuca. Il trattato pose fine a 27 anni di dispute territoriali fra i britannici e gli statunitensi, quest'ultimi avevano acquisito le rivendicazioni sul Territorio dell'Oregon nel 1819 dalla Spagna. La stipula del trattato portò Canada e Stati Uniti ad avere il confine attuale posto sul 49º parallelo; il confine assegnò circa metà del territorio dell'Oregon agli Stati Uniti e l'altra metà al Regno Unito, con l'acquisizione del territorio gli Stati Uniti poterono avere lo sbocco diretto sull'Oceano Pacifico.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia