Trasformat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Trasformat
Trasformat logo.png
PaeseItalia
Anno20102011
Generegame show
Edizioni2
Durata40 min
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttoreEnrico Papi
IdeatoreEnrico e Rebecca Papi
RegiaGiorgio Romano
AutoriEnrico Papi, Nicola De Feo, Pietro Gorini, Umberto Santoro, Giuseppe Scarpa e Alessandro Vitale
ScenografiaMarco Calzavara
CostumiMaria Sabato
FotografiaAlfredo Mastrecchia
ProduttoreFabio Rosati
Produttore esecutivoLino Tatalo
Casa di produzioneRTI e Duck On Line S.r.l.
Rete televisivaItalia 1

Trasformat è stato un gioco televisivo italiano a premi, andato in onda su Italia 1 dall'8 novembre 2010 al 27 maggio 2011 con la conduzione di Enrico Papi assieme a Raffaella Fico e Katia Follesa, per poi essere sostituite da Francesca Cipriani a metà della stagione televisiva. Dal 16 gennaio all'8 giugno 2012 sono andati in onda dei montaggi delle vecchie puntate della trasmissione, con la sola aggiunta della versione virtuale di Papi stesso chiamato "Enrichetto", che altro non era che la stessa Cipriani con voce modificata (si capiva facendo il confronto tra le vecchie puntate e le nuove con le stesse frasi ripetute dalla Cipriani e da Enrichetto, essendo repliche). La seconda versione andava in onda nella fascia del tardo pomeriggio sempre su Italia 1. Il programma era registrato a Roma, nello Studio 4 del Centro Titanus Elios.

Svolgimento del gioco[modifica | modifica wikitesto]

Lo scopo del gioco era quello di indovinare l'identità di alcune famose celebrità, le cui facce erano state deformate e camuffate in modo da renderle irriconoscibili. Al quiz prendevano parte inizialmente tre concorrenti, i quali avevano a disposizione venti "vite", ossia venti tentativi di risposta, che dovevano essere formulate entro dieci secondi; in caso di risposta errata si perdeva una vita. Il gioco si divideva in tre manches.

Manches di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Sfida Iniziale[modifica | modifica wikitesto]

La sfida vera e propria era composta da due manche "iniziali", in cui i concorrenti dovevano identificare tre personaggi modificati secondo un determinato tema; solo in questa fase, se un concorrente forniva la risposta esatta guadagnava una vita. La seconda manche dava il primato di rispondere sempre al concorrente che indovinava la "faccia di gomma". Questa manche prevedeva un altro tema, in cui bisognava sempre identificare tre personaggi, ed al termine della manche, il concorrente col minor numero di vite veniva eliminato. I temi della manche non erano mai uguali.

NOTA: La sigla che introduceva la manche della faccia di gomma, la quale anticipa i vari temi riguardanti le due manches, era una versione modificata di Merrily We Roll Along, ovvero la sigla dei classici cartoni animati Merrie Melodies.

Faccia a faccia[modifica | modifica wikitesto]

Nella seconda manche, denominata "Faccia a faccia", i due concorrenti rimasti in gioco si giocavano l'accesso alla manche finale attraverso l'identificazione di celebrità deformate: il concorrente che per primo ne indovinava 3 ne usciva vincitore.

Faccia da cubo[modifica | modifica wikitesto]

Nella terza ed ultima manche, denominata "Faccia da cubo", il concorrente superstite iniziava scegliendo quale tra due premi in palio ricevere in caso di vittoria. Quindi, sfruttando le vite rimaste, doveva svelare l'identità di tutti e sei i personaggi raffigurati sulle facce di un cubo calato dall'alto dello studio. In questa manche, per ogni identità, poteva usufruire di tre aiuti: il miglioramento dell'immagine, l'ascolto della voce del personaggio e l'indizio fornito dal conduttore. Ogni volta che il concorrente richiedeva un aiuto, veniva sottratta una vita. Ogni volta che dava una risposta sbagliata o faceva scadere i 10 secondi di tempo perdeva una vita. Se chiedeva un aiuto e poi dava la risposta sbagliata, o faceva scadere il tempo, perdeva solo la vita per l'aiuto. Durante la seconda parte della prima edizione sono stati introdotti fotomontaggi di due differenti animali che sono poi stati gli oggetti del merchandising chiamato "Trasformat Animal".

NOTA: La sigla di sottofondo della discesa in studio del cubo era il brano Sirius dei The Alan Parsons Project.

Trasformat Animal[modifica | modifica wikitesto]

Uno dei giochi di Trasformat era stato anche portato al pubblico tramite la creazione di album di figurine. Si trattava dei "Trasformat Animal", fotomontaggi di due animali diversi che, combinati assieme, formavano nuove razze di animali, buffe e improbabili. L'album di figurine era stato commercializzato nel primo semestre del 2011 in tutte le edicole. Era inoltre attivo un concorso a premi che prevedeva che nel caso in cui si fosse trovata una specifica carta speciale si sarebbe vinto un iPad 2.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il programma è stato eletto come "il più originale del mondo" all'edizione 2011 del Fresh TV Around the World, nell'ambito del MIPTV di Cannes.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Trasformat il più originale al Fresh Tv around the world, su tvblog.it. URL consultato il 22/7/2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione