Tichon Jakovlevič Kiselëv

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Tichon Kiselëv)
Jump to navigation Jump to search
Tichon Kiselëv

Presidente del consiglio dei Ministri della RSS Bielorussa
Durata mandato 9 aprile 1959 –
11 dicembre 1978
Predecessore Nikolaj Avchimovič
Successore Aleksandr Aksënov

Primo Segretario del Partito Comunista di Bielorussia
Durata mandato 15 ottobre 1980 –
11 gennaio 1983
Predecessore Pëtr Mašerov
Successore Nikolaj Sljun'kov

Deputato del Soviet delle Nazionalità del Soviet Supremo dell'URSS
Legislature IV, V
Circoscrizione RSS Bielorussa

Deputato del Soviet dell'Unione del Soviet Supremo dell'URSS
Legislature VI, VII, VIII, IX, X
Circoscrizione Oblast' di Vitebsk (VI, VII, VIII, IX), Oblast' di Minsk (X)

Dati generali
Partito politico Partito Comunista dell'Unione Sovietica
Partito Comunista di Bielorussia

Tichon Jakovlevič Kiselëv (in russo: Тихон Яковлевич Киселёв?, in bielorusso: Ціхан Якаўлевіч Кісялёў?, traslitterato: Cichan Jakaŭlevič Kisjalëŭ; 30 luglio 1917Minsk, 11 gennaio 1983) è stato un politico sovietico di nazionalità bielorussa.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È stato Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Socialista Sovietica Bielorussa dall'aprile 1959 al dicembre 1978.

Dal dicembre 1978 all'ottobre 1980 è stato Vice-Presidente del Consiglio dei Ministri dell'URSS con Aleksej Kosygin Presidente.

Inoltre è stato Primo Segretario del Partito Comunista di Bielorussia, in carica dall'ottobre 1980 al gennaio 1983. In questo ruolo è stato preceduto da Pëtr Mašerov e succeduto da Nikolaj Sljun'kov.

È stato membro del 22°, 23°, 24°, 25° e 26° Comitato Centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica, quindi dall'ottobre 1961 al gennaio 1983.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]