The Family Man

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Family Man
Thefamilyman.png
Nicolas Cage in una scena del film.
Titolo originale The Family Man
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 2000
Durata 121 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia, drammatico, fantastico
Regia Brett Ratner
Sceneggiatura David Diamond, David Weissman
Produttore Marc Abraham, Tony Ludwig, Alan Riche, Howard Rosenman
Casa di produzione Saturn Films
Fotografia Dante Spinotti
Montaggio Mark Helfrich
Musiche Danny Elfman
Scenografia Kristi Zea
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

The Family Man è un film del 2000 diretto da Brett Ratner e interpretato da Nicolas Cage e Téa Leoni.

Il film è incentrato su un uomo che vede ciò che avrebbe potuto essere se avesse preso una decisione diversa 13 anni prima.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Jack Campbell è un uomo di successo di Wall Street. Le ragazze arrivano da lui senza che nemmeno debba chiedere, possiede una Ferrari, un attico e tutto sembra scorrere per il verso giusto.

Egli sta per mettere a punto una fusione da un miliardo di dollari e ha ordinato una riunione di emergenza il giorno di Natale per garantirne il successo. La famiglia non ha evidentemente alcun significato per lui. Nel suo ufficio, la vigilia di Natale, scopre con sorpresa che la sua ex fidanzata, Kate, ha cercato di chiamarlo dopo molti anni.

Sulla strada verso casa entra in un negozio in cui un concorrente della lotteria, Cash, insiste nel dire che ha un biglietto vincente. Il commesso ritiene che Cash stia mentendo e si rifiuta di dargli le sue vincite. Cash tira fuori una pistola e sta per sparare all'impiegato ma Jack si offre di comprargli il biglietto, in modo da evitare il disastro. Jack e Cash regolano l'affare all'esterno dove Jack offre il suo aiuto al ragazzo con arroganza.

La mattina seguente, il giorno di Natale, Jack si sveglia in una camera da letto di una villetta nella periferia del New Jersey con Kate e due figli. Sconvolto e confuso, si dirige verso il suo ufficio e il suo appartamento a New York, ma nemmeno i suoi più stretti amici lo riconoscono. Confuso, Jack corre in strada dove incontra Cash, che sta ora guidando la sua Ferrari. Cash spiega che Jack sta vivendo un assaggio di un universo alternativo per imparare una lezione.

Jack si rende conto che sta vivendo la vita che avrebbe potuto avere se non fosse andato a Londra per studiare e diventare un banchiere d'investimento, ma fosse rimasto negli Stati Uniti con la sua fidanzata di allora. Si ritrova una modesta vita di famiglia, dove egli è un venditore di gomme e Kate è un avvocato non-profit. Jack fa fatica a inserirsi nel ruolo di un padre di famiglia, commettendo molti errori come flirtare con una donna sposata o dimenticare l'anniversario di matrimonio. Molto presto, la giovanissima figlia di Jack scopre il suo segreto e decide di aiutarlo a districarsi nella sua nuova vita.

La sua vita comincia a piacergli, il legame con i suoi figli si rafforza, si innamora di sua moglie e lavora duramente. Improvvisamente, gli viene offerto un contratto per lavorare presso la stessa impresa di investimento della sua vita reale, dopo aver impressionato il presidente della società venuto per un cambio gomme, con la sua capacità di fare affari. Il suo vecchio mentore gli offre ancora una volta un lavoro, mentre un ex dipendente servile si trova ora nella posizione occupata dal vecchio Jack, con una determinazione che non aveva mai mostrato quando era subordinato. Mentre Jack è entusiasmato dalla potenziale retribuzione e dagli altri comfort gratuiti annessi, Kate afferma di essere già felice dov'è e che dovrebbero essere grati per la vita che hanno.

Proprio nel momento in cui Jack sta finalmente realizzando il vero valore della sua nuova vita, vede Cash di nuovo (ora commesso di un negozio) e chiede di rimanere in quest'ultima, ma, anche se dispiaciuto, Cash lo informa che non c'è nulla che possa fare dato che questa breve parentesi è stata solo un'"occhiatina". Così, Jack torna alla sua vita agiata, rendendosi conto solo ora di quanto fosse solo e insoddisfatto, soprattutto il giorno di Natale. In preda alla disperazione, rinuncia a chiudere il suo affare da 130 miliardi di dollari e decide di intercettare Kate, che aveva lasciato il messaggio il giorno prima.

Come Jack, anche Kate si è concentrata sulla sua carriera ed è diventata una gallerista molto ricca e un po' fredda. Gli spiega che lo aveva chiamato solo per restituirgli alcuni suoi oggetti che erano rimasti da lei, che proprio quel giorno si trasferirà a Parigi e lo congeda sbrigativamente. Jack però la rincorre all'aeroporto e comincia a descriverle la famiglia che avevano nell'universo alternativo, nel tentativo di riconquistare il suo amore. Scioccata ma incuriosita, Kate è d'accordo per una tazza di caffè in aeroporto, suggerendo che potrebbero avere un futuro, dopo tutto.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Pur non potendo essere considerato un vero e proprio remake, il film trae lo spunto di fondo, oltre alla figura dell' "inviato dal cielo" che opera l'incantesimo di una vita diversa da quella reale, dal celebre La vita è meravigliosa di Frank Capra.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema