The Boy Is Mine (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Boy Is Mine
ArtistaMonica
Tipo albumStudio
Pubblicazione14 luglio 1998
Durata57:49
Dischi1
Tracce13
GenereContemporary R&B
Pop
EtichettaArista
LaFace
ProduttoreDallas Austin, Leslie Brathwaite, Jermaine Dupri, David Foster, Rodney Jerkins, Tony Maserati, Brandy Norwood, Daryl Simmons, Dexter Simmons, Colin Wolfe
Registrazione19971998
Certificazioni
Dischi di platino3
Monica - cronologia
Album precedente
(1995)
Album successivo
(2003)

The Boy Is Mine è il secondo album della cantante statunitense Monica, pubblicato nell'estate del 1998 tramite l'Arista Records. L'album, che prende il nome dal fortunato primo singolo che ne è uscito fuori, è entrato nella top10 della Billboard 200 ed è stato certificato tre volte disco di platino dalla RIAA[1] con oltre due milioni di copie vendute[2]. Il disco ha prodotto sei singoli, di cui tre hanno raggiunto la prima posizione della classifica statunitense.

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2003) Posizione
Canada 7
U.S. Billboard 200 8
U.S. Billboard Top R&B/Hip-Hop Albums 2

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. "Street Symphony" (Dallas Austin) 5:36
  2. "The Boy Is Mine" (con Brandy) (Brandy Norwood, Rodney Jerkins, Japhe Tejeda, Fred Jerkins III, LaShawn Daniels) 4:50
  3. "Ring da Bell" (D. Austin) 4:23
  4. "The First Night" (Jermaine Dupri, Marilyn McLeod, Pam Sawyer, Tamara Savage) 3:55
  5. "Misty Blue" (Bobby Montgomery, D. Austin, Colin Wolfe) 4:21
  6. "Angel of Mine" (Rhett Lawrence, Travon Potts, Darkchild) 4:10
  7. "Gone Be Fine" (featuring Outkast) (D. Austin, Andre Benjamin) 4:17
  8. "Inside" (Diane Warren, David Foster) 4:11
  9. "Take Him Back" (D. Austin, Sting, Leslie Brathwaite) 4:27
  10. "Right Here Waiting" (featuring 112) (Richard Marx D. Foster, Tony Maserati) 4:29
  11. "Cross the Room" (D. Austin, B. Curtis, Debra Killings) 3:51
  12. "I Keep It to Myself" (Danny Sembello, Marti Sharron, Daryl Simmons) 4:25
  13. "For You I Will" (D. Warren, D. Foster) 4:54

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica