Tetra Pak

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tetra Pak
Logo
Stato Svezia Svezia
Tipo Società anonima
Fondazione 1951 a Lund
Fondata da Ruben Rausing
Sede principale Losanna
Persone chiave Ruben Rausing (fondatore)
Dennis Jönsson (presidente)
Settore alimentare
Prodotti imballaggi
Utile netto Green Arrow Up.svg 10,900 mld di € [1] (2014)
Dipendenti 23.460 [2] (2014)
Slogan «Protegge la bontà»
Sito web tetrapak.com

Tetra Pak è un'azienda multinazionale svedese che produce sistemi integrati per il trattamento ed il confezionamento di alimenti. È stata fondata nel 1951 a Lund, in Svezia, da Ruben Rausing[3]. L'azienda fa parte del gruppo Tetra Laval.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo prodotto di Tetra Pak è stato un contenitore di cartoncino usato per conservare e trasportare il latte. Fu chiamato Tetra Classic. Ruben Rausing aveva lavorato sul progetto fin dal 1943 e nel 1950 aveva perfezionato la tecnica per rendere questo tipo di contenitore assolutamente impenetrabile all'aria, utilizzando un sistema di rivestimento plastico della carta. Questi primi contenitori avevano la forma di tetraedri (solidi a quattro facce) e da essi è nato il nome dell'azienda. Nel 1952 fu lanciato il primo contenitore Tetra Classic e, più tardi, nel 1963 l'azienda introdusse il Tetra Brik, un contenitore di forma rettangolare rivestito al suo interno con un materiale impenetrabile dalle sostanze in forma liquida.

Dopo che l'azienda fu costituita, Tetra Pak cercò il modo di allargare il proprio mercato superando i limiti del prodotto latte fresco. Nella metà degli anni cinquanta, Tetra Pak iniziò attività congiunta di ricerca e sviluppo con Ursina, un'azienda svizzera che aveva sviluppato una nuova tecnica di sterilizzazione del latte: usando un'iniezione di vapore, Ursina era in grado di produrre latte sterilizzato che aveva effettivamente lo stesso sapore e valore nutrizionale del latte fresco . La difficoltà, per Ursina, era di trovare un sistema economico per confezionare il latte. Nel settembre del 1961, durante una conferenza stampa a Thun, in Svizzera, fu presentata la prima macchina per il confezionamento asettico di latte sterilizzato consentendo lo stoccaggio a temperatura ambiente, proteggendone le proprietà nutrizionali ed evitando l'uso di conservanti. Il trattamento asettico prevede il riscaldamento del prodotto alimentare ad elevata temperatura (135-150 °C nel caso del latte) in un comparto sigillato per pochi secondi, poi forzarne il raffreddamento a temperatura ambiente. Il processo di riscaldamento utilizzato viene chiamato "Sistema a temperatura ultra-elevata" (Ultra-High Temperature = UHT). Tale elevata temperatura uccide tutti i microorganismi; la sua breve durata provoca un danno minimo alle sostanze nutritive e al sapore rispetto ai tradizionali trattamenti di pastorizzazione e inscatolamento, che utilizzano temperature più basse, ma per un tempo significativamente più lungo. Il confezionamento asettico prevede il trasferimento del prodotto trattato UHT all'interno di un imballaggio precedentemente sterilizzato in ambiente sterile. Una delle principali differenze tra i prodotti trattati con pastorizzazione e quelli con UHT, è che questi ultimi possono essere conservati per mesi senza richiedere refrigerazione. Oggi i cartoni Tetra Pak sono un elemento comune nella vita di tutti i giorni, infatti fin da quando fu creata la prima confezione segnò una rivoluzione nella conservazione degli alimenti.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Tetra Pak sviluppa, produce e commercializza soluzioni per il trattamento e il confezionamento degli alimenti. È l'unica azienda al mondo a fornire contemporaneamente confezioni, macchine per il confezionamento, processi integrati di trasformazione per l'industria alimentare e tecnologie per l'intero percorso del trattamento e confezionamento degli alimenti.

Tetra Pak è il principale fornitore mondiale di imballaggi per alimenti come per latte, zuppe, succhi di frutta ed altri prodotti liquidi[4], e produce anche macchinari per il trattamento ed il confezionamento degli alimenti. Essa offre un'ampia gamma di sistemi di imballaggio, progetta e produce macchinari come omogeneizzatori, miscelatori e standardizzatori, scambiatori di calore, componenti di sistemi e di impianti. Si focalizza su cinque categorie di alimenti: caseari liquidi, formaggi, bevande, alimenti pronti e gelati.

Questi alimenti possono essere confezionati, a seconda delle esigenze, in diversi tipi di confezioni, ciascuna con la sua denominazione come il Tetra Classic o Tetra Brik.

Oggi Tetra Pak è presente in più di 175 paesi nel mondo e conta oltre 23.000 dipendenti, di cui circa 1.000 dedicati ad attività di Ricerca & Sviluppo. Nel 2014 ha venduto quasi 180 miliardi di confezioni per un totale di oltre 78 miliardi di litri di alimenti confezionati. Le sedi principali del Gruppo sono a Lund (Svezia) e Losanna (Svizzera). Sempre più spesso la parola Tetra Pak viene associata al contenitore in poliaccoppiato. Per questo motivo, la società ha più volte sottolineato che "Tetra Pak è un'azienda, non un contenitore" in quanto ogni suo prodotto ha una specifica denominazione come Tetra Classic, Tetra Brik, Tetra Prisma, Tetra Rex.

Tetra Pak opera in Italia dal 1965, quando venne inaugurato a Rubiera (RE) il primo sito produttivo al di fuori dei confini svedesi. Oggi in Italia l'azienda è rappresentata da Tetra Pak Italia, con sede a Rubiera (RE), che raggruppa due aziende:

  • Tetra Pak Italiana S.p.A., che svolge funzioni commerciali, occupandosi della vendita del materiale di confezionamento, delle macchine confezionatrici e dell'assistenza ai clienti. Presiede inoltre alla gestione finanziaria ed amministrativa del gruppo in Italia.
  • Tetra Pak Carta S.p.A., specializzata nella produzione di vari formati di contenitori per alimenti a lunga conservazione.

A Modena, inoltre, ha sede Tetra Pak Packaging Solutions S.p.A., centro mondiale di Ricerca & Sviluppo sui sistemi di confezionamento asettico. Nello stabilimento modenese vengono inoltre assemblate e collaudate le macchine confezionatrici. Complessivamente Tetra Pak impiega in Italia circa 1.200 dipendenti.

Tecnologia[modifica | modifica wikitesto]

I contenitori Tetra Pak sono idonei alla conservazione sia di alimenti freschi, cioè che necessitano di refrigerazione, sia di alimenti a lunga conservazione, grazie al confezionamento asettico.

I contenitori idonei alla conservazione di prodotti a breve scadenza, freschi o pastorizzati, che devono essere conservati refrigerati, sono composti da carta e polietilene. Le denominazioni dei prodotti Tetra Pack dedicati a questa categoria di prodotti sono Tetra Top®, Tetra Brik®, Tetra Brik® Edge, Tetra Classic® e Tetra Rex®.

I prodotti a lunga conservazione, grazie al confezionamento asettico possono essere conservati per lungo tempo a temperatura ambiente, senza la necessità di conservanti. Il poliaccoppiato è composto in questo caso da carta (74%), polietilene (21%) e alluminio (5%). La carta conferisce forza e rigidità, il polietilene trattiene i liquidi e crea una barriera contro i microrganismi, mentre l‘alluminio garantisce un'ulteriore ed efficace protezione contro aria, luce e batteri che potrebbero deteriorare il prodotto. Le confezioni prodotte da Tetra Pak per questa categoria sono: Tetra Classic® Aseptic, Tetra Brik® Aseptic, Tetra Fino® Aseptic, Tetra Prisma® Aseptic, Tetra Wedge® Aseptic, Tetra Recart®, concepita espressamente per il confezionamento dei cibi solidi, Tetra Gemina® Aseptic, Tetra Brik® Aseptic Edge e Tetra Evero® Aseptic, l'ultima confezione brevettata da Tetra Pak.

Nel luglio del 2004 Tetra Pak ha lanciato Tetra Recart per gli alimenti solidi. Applicando la tecnologia "retorting", ovvero la sterilizzazione interna al pacchetto, l'azienda è in grado di fornire un contenitore alternativo per una varietà di prodotti alimentari che tradizionalmente vengono confezionati in lattine o vasetti di vetro, come frutta, verdura, piatti pronti e cibo per animali. Nel 2015 Tetra Pak ha lanciato la prima confezione 100% rinnovabile, il Tetra Rex® bio-based, che ha vinto l'Oscar dell'Imballaggio 2015 nella sezione ambiente.

Acquisizioni e scissioni[modifica | modifica wikitesto]

Alfa Laval è stata parte del gruppo Tetra Pak tra il 1991 e il 2000. Nel 1991 Alfa Laval Agri, azienda produttrice di attrezzature per le centrali del latte e per l'agricoltura, si è scissa da Alfa Laval. Quando Alfa Laval fu venduta, Alfa Laval Agri continuò ad essere parte del gruppo Tetra Pak e venne rinominata DeLaval, dal nome del fondatore, Gustaf De Laval. Tetra Pak fa parte del gruppo svedese Tetra Laval che, oltre a Tetra Pak, è composto da De Laval (attrezzature e forniture per aziende agricole e allevamenti di animali) e da Sidel, uno dei leader mondiali nel settore delle macchine per la realizzazione delle bottiglie di plastica. Inoltre, nel 2014, Tetra Pak ha acquisito l'azienda Miteco, con sede in Svizzera, fornitore leader di soluzioni per la produzione di soft drink, succhi di frutta e alimenti liquidi, con specifiche competenze nel settore delle bevande gassate.

Tetra Pak e l'ambiente[modifica | modifica wikitesto]

Essere leader riconosciuto in campo ambientale è uno degli obiettivi principali di Tetra Pak. Partendo dal principio di riduzione dell'uso delle materie prime all'origine, Tetra Pak ha ridotto il peso dei contenitori del 30% negli ultimi 20 anni, unendo al risparmio di carattere economico i benefici ambientali del risparmio di risorse. Inoltre ha diminuito costantemente la quantità d'energia necessaria per produrre l'imballaggio, migliorandone al tempo stesso la qualità. Il consumo energetico per unità di produzione è diminuito del 35% rispetto al 2002. L'approccio alla sensibilità ambientale si è così tradotto in una vera e propria Politica Ambientale, che spesso anticipa le normative per l'adozione di standard e limiti presenti nei singoli Paesi dove opera. Da diversi anni Tetra Pak è impegnata su diversi fronti:

  • nell'ottimizzazione dei sistemi di confezionamento in modo da ridurre consumi energetici e materiale di scarto;
  • nel minimizzare le emissioni di gas climalteranti, in particolare anidride carbonica partecipando al programma Climate Savers[4]
  • riducendo l'impatto dei trasporti grazie alla tecnologia di confezionamento che fornisce i contenitori da riempire su bobine dalle quali, una volta montate su macchine confezionatrici, derivano le confezioni finite riducendo così il volume del materiale trasportato.

Oggi il 62% dei cittadini italiani possono effettuare la raccolta differenziata dei cartoni per alimenti. Tetra Pak affianca Comieco nel proporre alle amministrazioni pubbliche locali l'avvio di questa raccolta e questa sinergia ha già dato ottimi risultati: il cartone per alimenti è infatti raccolto in oltre 4.500 comuni italiani, tra cui le grandi città come Roma, Milano, Torino, Firenze, Bologna, Genova e Bari. Sul sito web www.tiriciclo.it è possibile consultare l'elenco aggiornato dei comuni italiani in cui è attiva la raccolta differenziata dei cartoni per alimenti, verificare le modalità di raccolta e ottenere chiarimenti in merito ad altri eventuali dubbi. Nel 2014 in Italia sono state raccolte e riciclate oltre 22.700 tonnellate di cartoni per bevande, pari a circa 1 miliardo e 300 milioni di confezioni.

Cause e ricorsi[modifica | modifica wikitesto]

A marzo del 2009 un giudice di pace di Giarre (Catania), ha condannato Tetra Pak International e Nestlé Italiana al risarcimento dei danni morali conseguenti alla preoccupazione di una famiglia per aver fatto ingerire alle proprie figlie una possibile sostanza "inquinante" dovuta agli inchiostri di stampa della confezione (ITX). In seguito Tetra Pak annunciò che non avrebbe più utilizzato inchiostro con Itx per realizzare le sue confezioni.[5] In sette altri casi in Italia, identici a quello di Giarre, è stato deciso di rigettare i reclami sollevati dai consumatori, in quanto privi di fondamento. Questo perché non si rileva alcuna responsabilità per danni alla salute a seguito della migrazione dell'ITX nell'alimento. Tutto ciò è in linea con la posizione sia dell'Agenzia per la Sicurezza Alimentare Europea (EFSA) sia dell'Istituto Superiore di Sanità che attesta la inesistenza di rischi per la salute collegati agli eventi del 2005.[6].

Proprietà[modifica | modifica wikitesto]

Tetra Laval SA: 100%

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Il primo prodotto vinicolo italiano confezionato nel Tetra Pak è stato il Tavernello.

Tetra Pak e lo Sport[modifica | modifica wikitesto]

L'azienda è la principale sponsor del pilota svedese più talentuoso e conosciuto degli ultimi anni, Marcus Ericsson.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In crescita nonostante le sfide di mercato su Tetrapak.com
  2. ^ Tetra Pak in numeri su Tetrapak.com
  3. ^ (EN) History su Tetrapak.com
  4. ^ a b (EN) Tetra Pak sul sito del WWF, wwf.panda.org. URL consultato il 5 aprile 2013..
  5. ^ Latte 'inquinato', giudice condanna Nestle' e Tetra Pack a risarcimento, in ANSA, 1º marzo 2008. URL consultato il 14 marzo 2016.
  6. ^ L'EFSA si pronuncia sulla sicurezza dell'ITX: ITX considerato poco rischioso per la salute, in EFSA, 1º marzo 2008. URL consultato il 28 novembre 2005.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN172471109
Aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende