Teatro Orpheum (Los Angeles)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Orpheum
OrpheumTheatreLosAngeles.jpg
Facciata del teatro
Ubicazione
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Località Los Angeles
Dati tecnici
Capienza 2000 posti
Realizzazione
Inaugurazione 15 febbraio 1926
Architetto G. Albert Lansburgh

Coordinate: 34°02′33.65″N 118°15′19.23″W / 34.042681°N 118.255342°W34.042681; -118.255342

L'insegna del Teatro Orpheum

Il Teatro Orpheum è un teatro che si trova a Downtown, Los Angeles sulla Broadway Street.

Fu aperto il 15 febbraio 1926 e rappresentava la quarta ed ultima sede in Los Angeles del circuito degli Orpheum specializzati nel Vaudeville[1]. Nel 1989 si è provveduto ad un restauro per un costo complessivo di 3 milioni di Dollari. Si trova all'842 S. Broadway ed ha una capacità di 2000 posti.

L'Orpheum ha una facciata in stile Beaux-Arts ed è stato progettato dall'architetto G. Albert Lansburgh. Al suo interno si trova un organo Wurlitzer che fu installato nel 1928 ed è uno dei tre organi a canne rimasti nel sud della California.

Il Teatro Orpheum prende il nome dalla figura mitologica Greca Orfeo (inglese Orpheus).

Esibizioni[modifica | modifica wikitesto]

La consolle dell'organo Wurlitzer

Subito dopo l'apertura del teatro, l'orpheum vedeva la regolare esibizione di numerosi personaggi dell'epoca come la regina del Burlesque Sally Rand. Si esibirono sia numerosi attori come i Fratelli Marx, Will Rogers, Judy Garland e Jack Benny che grandi del Jazz come Lena Horne e Duke Ellington[2].

Il genere Vaudeville continuò ad essere rappresentato fino agli anni '50.[3] Negli anni '60 il teatro ospitò concerti rock and roll con Little Richard, Aretha Franklin and Little Stevie Wonder.

Oggi ospita invece concerti live, cerimonie di premiazioni cinematografiche ed è una location per vari film[4]. Gli Streamy Awards del 2010 furono trasmessi dal teatro Orpheum.

Il teatro Orpheum come Location[modifica | modifica wikitesto]

Dall'Orpheum furono trasmessi vari Reality Show tra cui American Idol e America's Got Talent. Per i film si può ricordare Last Action Hero - L'ultimo grande eroe e Transformers.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ David Geffner, Screen Gems, in Westways, vol. 100, nº 1, gennaio/febbraio 2008, pp. 62–65.
  2. ^ Lawson, Kristan, & Rufus, Anneli. California Babylon. New York: St. Martins Press (2000), p. 125.
  3. ^ Alleman, Richard. Hollywood: The Movie Lover's Guide. Random House, Inc. (2005), p. 189.
  4. ^ Orpheum Theatre History, laorpheum.com. URL consultato il 18 gennaio 2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]