Teatro Balbo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Teatro Balbo
Torino nuova facciata del Teatro Balbo.jpg
Prospetto del Teatro Balbo in una stampa ottocentesca
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàTorino
Dati tecnici
TipoTeatro all'italiana
Capienza1 800 posti
Realizzazione
Costruzione1856
Distruzioneagosto 1943 per bombardamento
Demolizione1943

Coordinate: 45°03′50.51″N 7°41′03.19″E / 45.06403°N 7.68422°E45.06403; 7.68422Il Teatro Balbo è stato un teatro italiano della città di Torino, andato distrutto nell'agosto del 1943 in seguito ad un bombardamento.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'edificio si trovava in Via Andrea Doria n.15, costruito nel 1856 in legno fu utilizzato inizialmente per spettacoli di circo equestre. Dopo una decina d'anni fu trasformato in un vero teatro, in grado di contenere fino a 1800 persone. Vi si svolgevano rappresentazioni di drammi, varietà e opere liriche e fra gli attori che ne calcarono le scene vi furono Eleonora Duse, che nel 1921 recitò ne La donna del mare di Ibsen, e Isa Bluette.[1]

Tra i più celebri direttori d'orchestra dell'Ottocento che diressero al Teatro Balbo vi fu il maestro Antonino Palminteri che nel marzo del 1890 portò in scena le opere I Puritani di Vincenzo Bellini e Rigoletto di Giuseppe Verdi.[2]

Negli ultimi anni di attività, fu utilizzato come sala cinematografica.[1] Al posto dell'edificio si trova attualmente la sede della Camera di Commercio di Torino.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Quando c'era il Teatro Balbo e vi recitavano Eleonora Duse e Isa Bluette, su rottasutorino.it.
  2. ^ Angela Balistreri, Antonino Palminteri un artista gentiluomo nel panorama operistico dell'800, Partanna, Produzioni Edivideo, 2010, p. 152.
  3. ^ Teatro Cinema Balbo, su museotorino.it.