Sucker: The Vampire

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sucker: The Vampire
Sucker The Vampire.JPG
Vanessa Van Helsing
Titolo originaleSucker: The Vampire
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1998
Durata91 min
Generecommedia, orrore
RegiaHans Rodionoff
SoggettoHans Rodionoff
SceneggiaturaHans Rodionoff
ProduttoreLenore Marusak, Hans Rodionoff, Michael Herz, Lloyd Kaufman
Casa di produzioneSeed Production, Troma
FotografiaChristopher Poncin
MontaggioHans Rodionoff
Effetti specialiAlex Erkiletian
MusicheErik Lundmark
Interpreti e personaggi

Sucker: The Vampire è un film del 1998, diretto da Hans Rodionoff, prodotto dalla Troma.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Anthony è un vampiro, leader del gruppo musicale Plasma, che cerca le sue vittime tra le numerose groupies che lo seguono nei suoi concerti. Il suo assistente, Reed, un necrofilo che ama farsi fotografare insieme ai cadaveri delle ragazze e che lavora in un ospedale, si occupa di occultare i corpi.

Sulle tracce di Anthony vi è Vanessa Van Helsing, discendente della celebre stirpe di cacciatori di vampiri guidata da Abraham Van Helsing. La ragazza si allena in continuazione e cammina sempre accompagnata da un paletto di frassino. Quando Vanessa penetra nella villa di Anthony i due ingaggiano una feroce lotta, al termine della quale Vanessa viene vampirizzata e il suo corpo viene custodito da Reed.

Anthony inizia a stare male e si accorge che Vanessa aveva nel suo sangue il virus dell'HIV, e che quindi l'uomo ha contratto l'AIDS. Questo fa cadere in uno stato di depressione il vampiro, che inizia inoltre ad avere delle visioni in cui una vampira gli dice che la fine è ormai vicina. Anthony decide quindi di suicidarsi e si lascia bruciare dal sole.

Collegamenti ad altre pellicole[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Davide Pulici, Scheda su Sucker: The Vampire in Dossier Nocturno numero 17. Troma Tunes. Storia della casa di produzione più folle del mondo, Milano, Nocturno Cinema, dicembre 2003, p. 42.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema