Songkick

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Songkick
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
Forma societariaAzienda privata
Fondazione2007
Fondata da
  • Matt Jones (CEO)
  • Ian Hogarth (Co-Chairman)
Sede principaleNew York
GruppoWarner Music Group
Persone chiaveRoger Denys Booker[1]
SettoreDistribuzione
Sito webwww.songkick.com

Songkick è un servizio per la ricerca e il tracciamento di eventi musicali, la cui azienda ha sede negli Stati Uniti ed è di proprietà del Warner Music Group. Il servizio consente agli utenti di cercare gli eventi musicali imminenti nella loro zona e di tracciare i singoli artisti per ricevere le notifiche degli spettacoli previsti nella zona stessa.

La società è stata fondata nel 2007, come startup supportata da Y Combinator. Nel 2015, si è fusa con CrowdSurge, società che forniva servizi per la gestione e la vendita di biglietti per conto di artisti. Nel 2017, il servizio e il marchio Songkick sono stati venduti a WMG, mentre le attività di biglietteria sono state vendute a Live Nation Entertainment nel 2018, per risolvere una controversia con la compagnia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Songkick fu fondata nel 2007 da Ian Hogarth, Michelle You e Pete Smith[2] come parte del programma Y Combinator del 2007, un acceleratore d'impresa che si concentra sulle startup tecnologiche. Il modello di business iniziale di Songkick, basato sul suo servizio di tracciamento di concerti, si basava sulle commissioni di raccomandazione delle compagnie di bigliettazione.[3] La società ha lanciato la sua prima applicazione mobile nel 2011. Nel giugno 2015, Songkick si è fusa con CrowdSurge, un fornitore di servizi di bigliettazione per artisti, con la società risultante operante sotto il nome di Songkick.[4]

CrowdSurge venne fondata da Matt Jones nel 2008;[5] lui e Hogarth hanno dichiarato di aver deciso di unire le due società per rimediare a "un'enorme inefficienza nel mercato".[6] Songkick disponeva di sistemi per rilevare i bagarini, ridurre l'incentivo alla rivendita (ad esempio creando aree di ammissione generali, piuttosto che posti assegnati) e rendere più semplice l'acquisto di biglietti da parte dei fan regolari (ad esempio, avendo più uscite di biglietti, anziché una), i quali hanno permesso di ridurre la percentuale di biglietti finiti nel mercato secondario all'1,5% del totale.[7] Jones e Hogarth sono stati co-CEO di Songkick fino a quando nel gennaio 2016 Jones non ha assunto la carica unica.[8][9]

Nel dicembre 2016, Songkick ha intentato una causa antitrust contro Live Nation Entertainment e la sua divisione Ticketmaster.[10] La causa è stata successivamente modificata con l'accusa di aver sottratto segreti commerciali, tramite ex dipendenti Songkick che sarebbero entrati a far parte della compagnia.[11][12]

Nel luglio 2017, Warner Music Group ha acquisito Songkick, incluso il servizio e il marchio di ricerca dei concerti, ma escludendo le attività di bigliettazione e il relativo "contenzioso in sospeso".[11][13] Songkick ha chiuso l'attività di bigliettazione in ottobre;[14] Jones è inveito contro Live Nation accusandola di aver "bloccato efficacemente la nostra attività di biglietteria negli Stati Uniti".[15] Nel gennaio 2018, poco prima del prosieguo del processo, Live Nation ha concluso la causa per 110 milioni di dollari e ha anche acquisito la proprietà intellettuale rimanente di Songkick non venduta a WMG per un importo non divulgato.[12][16]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2010: 3ª delle 10 migliori startup musicali digitali del 2010 di Billboard Magazine[17]
  • 2010: Best Innovation Award ai BT Digital Music Awards 2010[18]
  • 2011: Servizio musicale digitale dell'anno secondo i lettori di Music Week[19]
  • 2012: Webby Awards Honoree per il miglior sito / app mobile di musica[20]
  • 2014: Vincitore, migliore tecnologia di marketing per la partecipazione a un evento / evento in previsione[21]
  • 2017: Fast Company - Quinta compagnia più innovativa nella musica, 2017[22]
  • 2017: Music Week Awards - Nomina per la migliore compagnia di bigliettazione[23]
  • 2017: Webby Awards Honoree per il miglior sito / app mobile di musica[24]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) SK Acquisition Ltd - Company profile, su endole.co.uk. URL consultato il 19 maggio 2020.
  2. ^ Ben Sisario, A Go-to Site for Tracking Music Acts, 1º maggio 2011.
  3. ^ (EN) Dave Lee, Songkick Detour 'Kickstarter for gigs' is launched in London, in BBC.com, 16 maggio 2013. URL consultato il 19 maggio 2020.
  4. ^ Josh Constine, Songkick And CrowdSurge Merge, Raise $16M To Combine Concert Discovery And Ticketing, 4 giugno 2015.
  5. ^ (EN) Christine Lagorio-Chafkin, A Music Startup's New Brooklyn Home, in Inc., 25 giugno 2014. URL consultato il 19 maggio 2020.
  6. ^ (EN) Elizabeth Segran, How Songkick 2.0 Is Merging The Needs Of Fans And Artists, in Fast Company, 17 novembre 2015. URL consultato il 19 maggio 2020.
  7. ^ (EN) Steven J. Horowitz, The Concert Ticket Industry Is Still Broken, in Vulture.com, 2 maggio 2017. URL consultato il 19 maggio 2020.
  8. ^ (EN) Biz Carson, How having two CEOs taught one startup a valuable lesson, in Business Insider, 28 dicembre 2015. URL consultato il 19 maggio 2020.
  9. ^ (EN) Songkick Loses a CEO, Gains a Chairman, in IQ, 7 gennaio 2016. URL consultato il 19 maggio 2020.
  10. ^ (EN) Ben Sisario, Songkick Sues Live Nation, Saying It Abuses Its Market Power, in The New York Times, 22 dicembre 2015, ISSN 0362-4331 (WC · ACNP). URL consultato il 19 maggio 2020.
  11. ^ a b (EN) Ben Sisario, Songkick Sells Concert-Recommending Service to Warner, in The New York Times, 14 luglio 2017, ISSN 0362-4331 (WC · ACNP). URL consultato il 19 maggio 2020.
  12. ^ a b (EN) Sean Burns, Dissecting the Songkick Settlement: Why did Live Nation Wait?, in Ticket News, 15 gennaio 2018. URL consultato il 19 maggio 2020.
  13. ^ (EN) Marc Schneider, Warner Music Acquires Songkick, the Concert Discovery App, in Billboard, 14 luglio 2017. URL consultato il 19 maggio 2020.
  14. ^ (EN) Jem Aswad, Variety, 12 ottobre 2017, https://variety.com/2017/digital/news/songkick-ticketing-operations-to-shut-down-exclusive-1202588162/. URL consultato il 25 aprile 2020.
  15. ^ (EN) Jon Chapple, Songkick to shutter ticketing division, in IQ, 13 ottobre 2017. URL consultato il 19 maggio 2020.
  16. ^ (EN) Ben Sisario, Live Nation Settles Suit With Ticketing Start-Up, Buying Its Assets, in The New York Times, 12 gennaio 2018, ISSN 0362-4331 (WC · ACNP). URL consultato il 19 maggio 2020.
  17. ^ (EN) Bruce Houghton, Billboard 10 Best Digital Music Startups, in Hypebot, 17 agosto 2010.
  18. ^ (EN) Michelle You, Songkick.com Wins Best Innovation Award at the 2010 BT Digital Music Awards, in PRWeb, Londra, 6 ottobre 2010. URL consultato il 19 maggio 2020.
  19. ^ (EN) Music Week award winners, in Complete Music Update, 26 maggio 2011.
  20. ^ (EN) Webby Awards Honoree, Best Music Mobile Site/App, in WebbyAwards.com. URL consultato il 19 maggio 2020.
  21. ^ (EN) Winners 2014, in Event Technology Awards. URL consultato il 19 maggio 2020 (archiviato dall'url originale il 27 gennaio 2018).
  22. ^ (EN) Most Innovative Companies 2017, in Fast Company. URL consultato il 19 maggio 2020.
  23. ^ (EN) Daniel Gumble, 2017 Music Week Awards: And the nominees are..., in Music Week, 23 gennaio 2017. URL consultato il 19 maggio 2020.
  24. ^ (EN) The Webby Awards Gallery + Archive - 2017, in WebbyAwards.com. URL consultato il 19 maggio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]