Centrale nucleare di Marcoule

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Sito nucleare Marcoule)
Jump to navigation Jump to search
Centrale nucleare di Marcoule
Visione d'insieme del sito di Marcoule
Visione d'insieme del sito di Marcoule
Informazioni generali
StatoFrancia Francia
LocalitàChusclan e Codolet
Coordinate44°08′36″N 4°42′34″E / 44.143333°N 4.709444°E44.143333; 4.709444Coordinate: 44°08′36″N 4°42′34″E / 44.143333°N 4.709444°E44.143333; 4.709444
Situazionechiusa
ProprietarioCEA e EDF (G-2 e G-3)
GestoreCOMPAGNIE GENERALE DES MATIERES NUCLEAIRES (G-2 e G-3)
Anno di costruzione1955 – 1956 Unità 1
1955 – 1958 Unità 2
1956 – 1959 Unità 3
Inizio produzione commerciale1956 – 1968 Unità 1
1959 – 1980 Unità 2
1960 – 1984 Unità 3
Chiusura1968 Unità 1
1980 Unità 2
1984 Unità 3
Reattori
FornitoreCogema
TipoCGR
ModelloUNGG
Spenti3 (79[1] MW)
Produzione elettrica
Nel 198488 GWh
Totale11,35 TWh
Ulteriori dettagli
CostruttoreCEA
Mappa di localizzazione
Dati aggiornati al 20 marzo 2010

La centrale nucleare di Marcoule, situata presso i comuni di Chusclan e Codolet, nella Linguadoca-Rossiglione, è stata la prima centrale nucleare francese. La centrale possedeva 3 reattori nucleari refrigerati a gas (GCR) alimentati ad uranio naturale e moderati a grafite (UNGG) – una versione francese del Magnox inglese – da 566 MWt totali. Il reattore G-1 – da soli 46 MWt – costruito dal 1955 al 1956 non fu utilizzato per la produzione commerciale di elettricità[2], mentre i reattori G-2 e G-3 – da 260 MWt ciascuno – furono impiegati per produrre energia elettrica. Il reattore G-1 è stato quasi completamente smantellato, mentre per gli altri due le attività di smantellamento sono in corso.

Ubicazione dell'impianto[modifica | modifica wikitesto]

La centrale fa parte del più ampio sito nucleare di Marcoule, un importante e grande sito industriale nucleare gestito dal Commissariat à l'énergie atomique et aux énergies alternatives e da altri, tra cui Orano (ex Areva). A Marcoule furono costruiti i due reattori nucleari a uso militare (Celestin) e l'impianto di riprocessamento del combustibile nucleare irraggiato (UP1) finalizzati alle ricerche per la costruzione della bomba atomica francese. Sempre a Marcoule il CEA ha messo anche a punto la filiera dei reattori a grafite-gas con cui iniziò lo sfruttamento civile dell'energia nucleare in Francia. Infine vi si trova il Phénix, prototipo di reattore nucleare autofertilizzante della potenza elettrica di 250 MW.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Solo G-2 e G-3 per produzione elettrica commerciale.
  2. ^ Nel 1956 grazie all'installazione di un generatore elettrico da 5 MWe, il reattore G-1 fu il primo reattore elettronucleare dell'Europa occidentale, tuttavia per funzionare esso consumava più energia di quanto ne producesse.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]