Sistema nervoso parasimpatico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sistema nervoso parasimpatico
1503 Connections of the Parasympathetic Nervous System.jpg
Illustrazione schematica che mostra l'innervazione del sistema nervoso autonomo, i sistemi parasimpatici sono evidenziati in blu.
Identificatori
TAA14.3.02.001
FMA9907

Il sistema nervoso parasimpatico (lat. systema parasympathicum) è una parte del sistema nervoso autonomo. Le fibre nervose originano dal tronco dell'encefalo e dal tratto sacrale del midollo spinale.

Il nervo vago, il X paio di nervi cranici, ne costituisce l'asse portante.

Anatomia e caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenta le seguenti caratteristiche:

  • Lunghi assoni pregangliari, che originano dai nuclei encefalici (Nucleo mesencefalico di Edinger-Westphal per il III, nuclei bulbari lacrimali e salivatori per il VII, nucleo salivatorio inferiore a livello del bulbo per il IX e nuclei ambiguo e dorsale del vago per il X sempre nel bulbo) o dai mielomeri sacrali (a livello di S2-S4) dai quali le fibre emergono dal corno ventrale del midollo e, con poche eccezioni, fanno tutti sinapsi con neuroni gangliari ubicati vicino o all'interno degli organi innervati (cioè il 1° neurone origina a livello del SNC e il 2° neurone è vicino o all'interno degli organi innervati).
  • Gli assoni postsinaptici o postgangliari sono corti. Innervano il muscolo cardiaco, il bronchiale liscio e le ghiandole esocrine.
  • Di norma sia il neurone pregangliare che postgangliare utilizzano come neurotrasmettitore l'acetilcolina, che lega a livello della sinapsi pregangliare il recettore nicotinico, a livello della sinapsi postgangliare il recettore muscarinico.

L'innervazione parasimpatica predomina su quella simpatica nelle ghiandole salivari, lacrimali e nel tessuto erettile (corpi cavernosi e spongiosi di pene e clitoride).

Funzioni[modifica | modifica wikitesto]

  • restringimento della pupilla (miosi)
  • normale delle ghiandole lacrimali
  • secrezione abbondante delle ghiandole salivari
  • contrazione della muscolatura liscia dei polmoni, riduzione del volume
  • dilatazione dei vasi sanguigni dei genitali e delle ghiandole dell'apparato digerente
  • diminuzione del volume sistolico del cuore, della sua frequenza e della pressione sanguigna
  • costrizione delle coronarie
  • aumento della secrezione dello stomaco, inibizione degli sfinteri e mobilità aumentata
  • maggiore mobilità delle pareti intestinali
  • il fegato promuove la glicogenesi e aumenta la secrezione di bile
  • il pancreas promuove la secrezione
  • la vescica stimola la parete e inibisce lo sfintere

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]