Sindrome di Gardner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Sindrome di Gardner
Gardner1.jpg
Dimostrazione dell'ostruzione distale dell'intestino tenue.
Malattia rara
Cod. esenz. SSN RB0040
Classificazione e risorse esterne (EN)
OMIM 175100
MeSH D005736
MedlinePlus 000266
eMedicine 1093486
Eponimi
Eldon J. Gardner

Per Sindrome di Gardner in campo medico, si intende una sindrome di natura genetica, caratterizzata dalla presenza di polipi multipli di tipo adenomatoso (generalmente 200-1000, prevalentemente nell'intestino crasso), osteomi multipli (frequentemente alla mandibola), fibromatosi e Iperplasia Epitelio Retinica. Costituisce una variante della più comune poliposi familiare.[1]

Epidemiologia[modifica | modifica wikitesto]

La sindrome può manifestarsi a qualunque età, sia nella prima infanzia che dopo la settima decade di età.[2]

Sintomatologia[modifica | modifica wikitesto]

I polipi sono presenti nell'intestino crasso, essi possono evolversi in natura maligna, il periodo peggiore della persona è nell'adolescenza quando tali polipi (la cui presenza varia da 100 a 1000) si possono trasformare in un carcinoma, un tumore di forma maligna.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bliznashki I, Minev M, Mikhova A, Velev M., A rare case of Gardner's syndrome complicated with rectal carcinoma in Khirurgiia (Sofiia)., vol. 3, 2007, pp. 60-63.
  2. ^ Gu GL, Wang SL, Wei XM, Bai L., Diagnosis and treatment of Gardner syndrome with gastric polyposis: a case report and review of the literature. in World J Gastroenterol., vol. 14, aprile 2008, pp. 2121-2123.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Joseph C. Segen, Concise Dictionary of Modern Medicine, New York, McGraw-Hill, 2006, ISBN 978-88-386-3917-3.