Sigismund von Neukomm

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sigismund von Neukomm

Sigismund von Neukomm (Salisburgo, 10 luglio 1778Parigi, 3 aprile 1858) è stato un compositore e pianista austriaco.

Ha studiato musica a Vienna, sotto la guida di Michael Haydn, filosofia e matematica all'Università di Salisburgo.

Nel 1792 divenne organista della chiesa della Università di Salisburgo, e quattro anni dopo venne nominato maestro di coro al teatro di corte.

Agli inizi del XIX secolo, si trasferì dapprima in Svezia e poi in Russia. A San Pietroburgo ottenne l'incarico di direttore del Teatro Tedesco, negli anni che vanno dal 1804 al 1809.

Ritornò per un breve periodo a Vienna per assistere Haydin nell'ultima sua fase di vita e poi partì per Parigi, dove strinse amicizia con i più importanti musicisti contemporanei e rientrò nella sfera di protezione di Talleyrand.

Nel 1816 si spostò in Brasile accolto dalla corte del futuro imperatore Pedro, con il ruolo di direttore musicale e cinque anni dopo assieme al sovrano rientrò in Europa a causa della rivoluzione locale.

Tra le sue numerose composizioni, annoveriamo: sette oratori, quindici messe, cinque Te Deum, varie cantate in inglese, tedesco e italiano, Salmi, dieci opere tedesche, cinque ouverture e sette fantasie. Inoltre completano il suo ricco repertorio, musiche da camera, pezzi per organo, pianoforte e duecento romanze da camera in varie lingue[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ A. Della Corte e G.M. Gatti, Dizionario di musica, Paravia, 1956, p. 422

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Don Randel, The Harvard Biographical Dictionary of Music, Harvard, 1996, p. 633.
  • CERNICCHIARO, Vincenzo. Storia della musica nel Brasile. Milano: Fratelli Riccioni, 1926.


Controllo di autorità VIAF: 59270445 LCCN: n88629915