Sentiero Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sentiero Italia
Localizzazione
Stati Italia Italia Francia Francia Svizzera Svizzera Austria Austria Slovenia Slovenia
Catena montuosa Alpi, Dolomiti, Appennini, Nebrodi, Etna, Monti Iblei, Monti del Sulcis, Gennargentu, Alpi Marittime, Alpi Cozie, Alpi Graie, Alpi Pennine, Alpi Lepontine, Alpi Carniche, Alpi Giulie
Percorso
Partenza Santa Teresa di Gallura (OT)
Arrivo Sgonico (TS)
Lunghezza 6 166 km
Altitudine max. 3098 m
Altitudine min. 0 m
Dislivello +350000 m
Tipo superficie Asfalto -Giacciaio
Data apertura 1995
Gestore Club Alpino Italiano
Aspetti escursionistici
Segnavia incerto per circa metà tratta
Percorribile
Stagione Primavera - Autunno
Accesso Completamente gratuito
Attrezzato per disabili no
Percorrenza piedi
Tempo andata 8 mesi
Difficoltà T Turistico - EEA Escursionista Esperto Attrezzato

Il Sentiero Italia (SI) è un itinerario escursionistico lungo circa 6 166 km che attraversa l'intero territorio nazionale.

Il percorso, suddiviso in 368 tappe, parte dalla Grotta Gigante a Sgonico nei pressi di Trieste e attraversando l'intero arco alpino, tutta la catena appenninica, la Sicilia e la Sardegna arriva a Santa Teresa di Gallura (OT) utilizzando lunghi tratti di preesistenti itinerari quali la piemontese Grande Traversata delle Alpi, la ligure Alta Via dei Monti Liguri e la toscana Grande Escursione Appenninica.

La sua realizzazione, ancora in parte incompiuta, è relativamente recente. L'idea originale nasce nel 1983 da un gruppo di escursionisti riunitisi in un'associazione omonima e, con la collaborazione del CAI, vede la luce nel 1995 nell'ambito della prima edizione del evento chiamato CamminaItalia quando un gruppo di escursionisti partì dalla cittadina sarda e coprire gran parte del percorso in otto mesi. La performance è stata ripetuta nel 1999, questa volta con la collaborazione dell'Associazione Nazionale Alpini.

Ultime escursioni[modifica | modifica wikitesto]

Il 23 maggio 2016 l'escursionista e fotografo professionista Lorenzo Franco Santin tenta l'impresa di percorrere tutto il percorso partendo dal nord della Sardegna. Attraversata l'isola raggiunge la Sicilia per poi risalire gli Appennini e attraversare le Alpi.[1] Giunto in Val Masino (SO) interrompe l'escursione a causa di improvvisi cambiamenti climatici. Il diario di viaggio si ferma a 121 giorni di cammino, 4705 km percorsi a piedi, 27000 m di dislivello positivo e altrettanti di negativo.[2]

Il 30 marzo 2017 Lorenzo Franco Santin ritenta l'impresa.[3]

Traccia[modifica | modifica wikitesto]

Negli ultimi anni è stata uniformata la segnaletica, con un segnavia rosso-bianco-rosso con la scritta S.I. in nero, molte tappe sono rimaste solo un segno sulla carta in attesa della traccia digitale.

Per lunghe tracciate, il S.I. coincide in gran parte con sentieri preesistenti, in particolare:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lorenzo molla il lavoro in fabbrica e decide di girare tutta l'Italia a piedi. URL consultato il 04 agosto 2017.
  2. ^ Gianluca Santini, Intervista a Lorenzo Franco Santin, su Un passo alla volta, 1° febbraio 2017. URL consultato il 04 agosto 2017.
  3. ^ In cammino lungo il Sentiero Italia: Lorenzo Franco Santin incontra i dirigenti del CAI Sardegna - Lo scarpone on-line - L'house organ del Club Alpino Italiano, su www.loscarpone.cai.it. URL consultato il 04 agosto 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Stefano Ardito, Furio Chiaretta, Sentiero Italia. 44 itinerari per il week-end lungo le Alpi e l'Appennino, Tamari Montagna, 1993, ISBN 88-8043-000-9

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]