Sentenza Webster

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La sentenza Webster è una legge applicata al calcio che ha coinvolto per primo Andy Webster, ex difensore degli Hearts of Midlothian di Edimburgo, in Scozia. Nel settembre 2006 è diventato il primo giocatore a sfruttare il trasferimento del regolamento aggiornato della FIFA, organo di governo del calcio. Questa sentenza è in stretta correlazione con la sentenza Bosman del 1995.[1][2][3]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Regolamentazione dei trasferimenti dei calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Le normative che hanno portato alla sentenza Webster sono state adottate in risposta alla Commissione europea, che nel 1998 ha ritenuto l'allora attuale sistema dei trasferimenti dei calciatori della FIFA come un ostacolo alla "libertà di movimento rispetto ai lavoratori in altri settori" per i giocatori stessi.[4] Allora la FIFA e il suo omologo europeo, la UEFA, operarono verso l'esenzione della regola per il calcio, ma dopo che la Commissione ha minacciato di sopprimere il sistema, i nuovi regolamenti sono entrati in vigore da settembre 2001. A causa della complessità giuridica, i primi effetti si sono visti solo 5 anni dopo con il caso Webster.

L'articolo 17[modifica | modifica wikitesto]

L'articolo 17 del Regolamento della FIFA per lo status e il trasferimento di giocatori è intitolato "Conseguenze di un contratto senza giusta causa", ed è il quinto articolo del IV capitolo, "Manutenzione di stabilità contrattuale tra Professionisti e club". Esso delinea le disposizioni che si applicano se il contratto è concluso senza giusta causa, e l'obbligo per la parte in torto al pagamento di un compenso.[5] In particolare, si afferma che ogni giocatore che ha firmato un contratto prima di 28 anni si può svincolare tre anni dopo che l'accordo è stato firmato; se lui ha 28 o più anni, il tempo limite è ridotto a due anni.[6][7]

L'articolo 17 è stato introdotto nel dicembre 2004, con effetti a partire dal gennaio 2005.[8]

Un calciatore che intende avvalersi di questo articolo ha tre obblighi da rispettare: comunicare alla società della propria intenzione di rescissione entro quindici giorni dall'ultima partita giocata con la maglia del club, divieto di trasferimento in una squadra dello stesso campionato nei dodici mesi successivi e un pagamento di indennizzo alla vecchia società di appartenenza,[9] in base ad alcuni criteri oggettivi come l'ingaggio e il tempo rimanente alla scadenza del contratto (fino a un massimo di 5 anni).

Il trasferimento di Webster[modifica | modifica wikitesto]

Andy Webster fu ingaggiato dall'Hearts a marzo 2001. Per problemi legati al rinnovo di contratto nel 2006 fu messo fuori rosa.

Avendo ancora un anno di contratto, per la prima volta in Europa fa ricorso ad una legge dell'Unione europea - recepita anche in ambito FIFA - che permette ad un calciatore con un contratto di durata superiore ai tre anni di svincolarsi e porre fine al contratto unilateralmente al termine del terzo anno previo congruo preavviso, indipendentemente dalla durata del contratto stesso. Il tribunale gli dà ragione e la FIFA ratifica la decisione il 4 settembre 2006, creando così un clamoroso precedente per altri eventuali calciatori che volessero intraprendere lo stesso cammino. Contestualmente alla liberatoria, tuttavia, la FIFA riconosce agli Hearts un indennizzo pari ad un anno di ingaggio del giocatore.[10]

Comportamento della FIFA sul caso Webster[modifica | modifica wikitesto]

Gli Hearts avevano inizialmente messo una valutazione di 5 milioni di sterline su Webster.[11] Tuttavia, poiché egli era da più di tre anni sotto contratto, era fuori dal "periodo protetto", e le eventuali indennità dovute alla società di appartenenza erano basate principalmente sulle quantità dello stipendio di Webster ancora da liquidare, ossia una cifra stimata a circa £250.000 dai consulenti di Webster.

Il Tribunale dei trasferimenti della FIFA si è riunito il 4 aprile 2007, dichiarando che erano dovuti agli Hearts £625.000, sulla base dei futuro salari di Webster, il potenziale guadagno in seguito ad una cessione e le spese legali.[12][13]

A causa del tardivo avvertimento alla società di appartenenza di voler sciogliere il contratto, Webster è stato sospeso per le prime due settimane della stagione 2007-2008. In generale, se la rottura dell'accordo avviene all'interno del cosiddetto periodo protetto il calciatore può essere sanzionato con una squalifica che va dai 4 ai 6 mesi.

In seguito al ricorso alla sentenza da parte degli Hearts[14] e alla volontà di Webster di fare anch'egli ricorso contro l'ammenda nei suoi confronti ritenuta eccessiva, il 30 gennaio 2008 il Tribunale Arbitrale dello Sport, la più alta autorità, si è riunito a Losanna e chiarito la sentenza originale.[15] Hanno inoltre ridotto le indennità dovute a carico dei Webster a £150.000.[16]

Reazioni[modifica | modifica wikitesto]

Questa legge dà molto potere ai calciatori, che potrebbero lasciare il club per un importo relativamente modesto, o aumentare il loro potere di contrattazione del contratto in seguito. Da allora molti altri giocatori si sono avvalsi dell'articolo 17, come Tony Sylva[17] e Jonás Gutiérrez.[18]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Webster ruling sets transfer landmark Independent.co.uk
  2. ^ (EN) Andy Webster ruling set to herald a revolution to rival Bosman Timesonline.co.uk
  3. ^ Il Tas dà ragione a Webster. È un'altra Bosman? Gazzetta.it
  4. ^ (EN) EC warns FIFA over transfers Soccernet.espn.go.com
  5. ^ (EN) Regulations for the Status and Transfer of Players Fifa.com
  6. ^ (EN) Celtic get tough over contracts Timesonline.co.uk
  7. ^ (EN) Premiership - Webster ruling signals new era[collegamento interrotto] uk.eurosport.yahoo.com
  8. ^ (EN) Playing by the rules Journalonline.co.uk
  9. ^ Fifa, al vaglio la modifica dell'art. 17 Tuttopalermo.net
  10. ^ (EN) BBC Sport, «Fifa allows Webster to join Wigan», su news.bbc.co.uk, 4 settembre 2006.
  11. ^ (EN) Hearts demanding £5m for Webster news.bbc.co.uk
  12. ^ (EN) Webster must pay Hearts £625,000 news.bbc.co.uk
  13. ^ (EN) Decision of the Disputer Resolution Chamber Fifa.com
  14. ^ (EN) Hearts appeal FIFA's Webster ruling uk.reuters.com
  15. ^ (EN) Award - CAS 2007/A/1298/1299/1300 Wigan Athletic FC/Heart of Midlothian/Webster Archiviato il 15 luglio 2009 in Internet Archive. Tas-cas.org
  16. ^ (EN) Vindication for Webster but a "dark day" for clubs[collegamento interrotto] Theherald.co.uk
  17. ^ (FR) Tony Sylva et le LOSC dans un incroyable imbroglio juridique Lavoixdessports.com
  18. ^ (EN) Newcastle's Jonas deal in doubt Archiviato il 2 agosto 2008 in Internet Archive. Metro.co.uk

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]