Seamen Milano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Seamen Milano
Football americano American football pictogram.svg
Campione d'Italia in carica Campione d'Italia in carica
Seamen Milano.jpg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Helmet
Left arm Body Right arm
Trousers
Socks
Casa
Helmet
Left arm Body Right arm
Trousers
Socks
Trasferta
Helmet
Left arm Body Right arm
Trousers
Socks
Terza divisa
Colori sociali Blu e Bianco3.png Blu Navy - Bianco
Simboli La lettera S e un'ancora
Inno We are the one
Xfect Wave
Dati societari
Città CoA Città di Milano.svg Milano
Paese Italia Italia
Confederazione IFAF Europe
Federazione FIDAF
Campionato IFL
Fondazione 1981
Scioglimento 1990
Rifondazione 2009
Presidente Marco Mutti
Capo-allenatore Paolo Mutti
Stadio Velodromo Maspes-Vigorelli, Milano
(10.000 posti)
Sede Milano 20121 Via Manzoni 30
Sito web www.seamen.it/
Palmarès
Italian Bowl[1] 3
EFAF Euro Top20 15

I Seamen Milano sono una squadra di football americano di Milano che milita nella Italian Football League, la massima serie italiana di football americano, all'interno della FIDAF.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondazione e prima era[modifica | modifica wikitesto]

I Seamen Milano vengono fondati da Sergio Galeotti, azionista della "Giorgio Armani S.p.A." 27 ottobre 1981[2]. Per tutti gli anni '80 furono uno dei team italiani di maggior successo. In questo periodo collezionarono due partecipazioni al Superbowl Italiano - nel 1987 e nel 1989 - ed ottennero un record complessivo di 68 vittorie, 4 pareggi e 39 sconfitte in 111 gare disputate. Tra i giocatori di punta il pittore italiano Luca Bestetti. Il team si sciolse nel 1990.

Rinascita[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 marzo 2009 la squadra venne ricostituita da un gruppo di ex giocatori presso lo storico locale milanese di via Pantano "Pane e Farina",già testimone della prima costituzione. Il gruppo decise di riunirsi in seguito all'entusiasmo suscitato su una pagina del social network "Facebook" [3].

Serie A2[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso anno il team prese parte al campionato giovanile di flag football della FIDAF, con il progetto di formare un gruppo di giovani giocatori in grado di arrivare fino alla serie maggiore. In seguito allo scioglimento dei Falcons Milano molti atleti confluirono nei Seamen nel novembre del 2009, velocizzando il processo di maturazione del team blu navy.

Con questi presupposti e sull'onda della vittoria dello scudetto Under 19 2009, i Seamen si iscrivono al campionato di serie A2 LENAF del 2010. La stagione si conclude con un pesante passivo di 0 vittorie ed 8 sconfitte, che permettono però la crescita del collettivo. Nel settembre dello stesso anno i Seamen con Head Coach Maurizio Vismara, dopo una perfect season di 10 vittorie senza sconfitte, guida il team Under 21 con Paolo Mutti e Luigi Calegari, OC e DC, alla vittoria del campionato College contro i Panthers Parma dopo 19 anni dal primo titolo conquistato dai seamen nel 1989, MVP Danilo Bonaparte

Il ritorno in serie A1[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 2010 i Seamen chiesero di prendere parte al campionato di serie A1: la IFL - Italian Football League. La stagione del ritorno alla massima serie si rivelò positiva: il team Meneghino terminò la stagione 2011 con 3 vittorie, battendo i Rhinos Milano di fronte a 1.100 spettatori e sconfiggendo in seguito i Giants di Bolzano ed i Doves di Bologna. I Seamen parteciparono anche al campionato CIF9 e approdarono ai play off perdendo contro i Warriors Bologna

Joe Avezzano[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2012 i Seamen si presentano all'inizio del campionato dopo un campionato giovanile che per la prima volta li trova senza titoli. La grande novità fu l'arrivo a Milano di Joe Avezzano, che divenne il primo allenatore con trascorsi in NFL ad arrivare in Italia. Avezzano portò con sé l'esperienza di anni sui campi della National Football League e del campionato di football della NCAA.

Al team si unirono nuovi giocatori provenienti dai Puma Milano (che in seguito allo scioglimento della franchigia nel 2011 si divisero tra Seamen Milano, Rhinos Milano, Daemons Martesana, Lions Bergamo).

L'avventura di Joe Avezzano con i Seamen si conclude prematuramente il 5 aprile 2012, con la scomparsa del tecnico a causa di un arresto cardiaco sopraggiunto durante una sessione di allenamento personale in palestra. In seguito al tragico avvenimento il team viene affidato a Paolo Mutti, che viene promosso da Offensive Coordinator, a Head Coach, saranno 4 le partite vinte con un derby perso 34 a 33 a pochi secondi dal termine, e due sconfitte nel campionato EFAF

2013[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013 i Seamen partecipano al campionato IFL arrivando inaspettatamente al Italian Superbowl, perso 28 - 51 contro i Panthers.

Team[modifica | modifica wikitesto]

Il team Italiano parte dai punti cardine dell'anno precedente: guidato dai Capitani Veterani Mauro Salvemini #68, Rinaldo Franchi #90 e Massimiliano Merighi #72 (affiancati dai giovani Flavio Piccinni #36 e Giacomo Silvestri #55) il team vede tra i suoi punti forti la giovane età media del proprio roster e l'arrivo di importanti giocatori dai Daemons Martesana.

Il trio di americani del campionato IFL 2013 è composto da:

  • Jordan LaSecla, Quarterback, che sceglie di vestire la casacca blue navy per il secondo anno di fila
  • Jeff Souder, Linebacker (Eletto miglior giocatore americano del campionato nel 2012,con i Daemons Martesana)
  • Shawn Abuhoff, Defensive Back proveniente dalla Ivy League.

Incontri[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato IFL 2013 dei Seamen si apre il 24 marzo con la vittoria, a seguito di una dura partita contro i favoriti Giants Bolzano. I Seamen si impongono a Bolzano con il punteggio di 6 - 15.

Il 6 aprile la compagine meneghina debutta nello stadio di casa, il Velodromo Maspes Vigorelli. Davanti a un pubblico che supera le 2000 presenze i marinai sconfiggono i cugini Rhinos (14 - 0)nel primo dei due derby della Madonnina della stagione.

Il 20 aprile i Seamen ospitano al Vigorelli i tre volte Campioni d'Italia, i Panthers Parma, venendo sconfitti dai neroargento (6 - 35).

Il 4 maggio viene disputato l'incontro, nuovamente in casa, contro i Dolphins Ancona. Il risultato della partita vede la vittoria dei marinai (31 - 12).

2014[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 2014 vede l'arrivo di talentuosi giocatori, prevalentemente dai cugini Rhinos Milano.

La regular season si apre con la sconfitta patita nel Kickoff Classic contro i Panthers Parma.

Dopo quella partita i Seamen inanellano una serie di 11 vittorie consecutive che li porta nuovamente al Superbowl. Il 6 luglio 2014 allo stadio Paolo Mazza di Ferrara (esattamente un anno dopo la finale persa contro Parma) i Seamen sconfiggono i quattro volte Campioni d'Italia in carica, imponendosi con il punteggio di 3-33 e conquistando il primo scudetto della loro storia nella massima serie.

Il runningback Mattia Binda viene premiato MVP dell'incontro.

Coaching Staff[modifica | modifica wikitesto]

Paolo Mutti, incaricato del ruolo di Head Coach (record di 4 vittorie e 7 sconfitte nel 2012) dopo aver sostituito Joe Avezzano, si avvale nella stagione 2014 del seguente coaching staff:

Squadre giovanili[modifica | modifica wikitesto]

I Seamen Milano hanno in organico anche formazioni di flag football Under 13 e Under 15, oltre al team tackle Under 16 e Under 19, dopo un campionato imbattuti, per il secondo anno consecutivo i Seamen raggiungono due finali di Categoria, vincendo la prima nella categoria Under 16 contro i Warriors 71 a 6 laureandosi campioni d'Italia, ma sconfitti per la prima volta dai Panthers per 14 a 11 nella Under 19, MVP del torneo U16 Andrea Fiammenghi e per la Under 19 Alessio Cavallini, figlio d'arte che per la seconda volta consecutiva si aggiudica il riconoscimento al miglior giocatore.

Sirene Milano[modifica | modifica wikitesto]

I Seamen Milano hanno nelle Sirene Milano il loro team femminile. Le Sirene Milano sono nate nel Gennaio 2012 dalla scissione delle Vichinghe, squadra pionieristica del football femminile anch'essa affiliata ai Seamen Milano. Tra la fine del 2012 e l'inizio del 2013 la squadra si è quasi completamente rinnovata e comprende oggi un roster di circa dodici ragazze guidate dall' head coach Paolo Sonzogni.

Nell'Aprile 2013 le Sirene diventano una tra le prime squadre a disputare un campionato ufficiale in Italia. Per l'occasione si uniscono alle Tempeste di Busto Arsizio, ed è appunto con il nome di “Tempeste & Sirene” che partecipano al primo Campionato Italiano di Football Americano Femminile (CIFAF) organizzato dalla Fidaf. Le squadre giocano sette contro sette. Il 4 luglio 2015 integrate nell'One Team vincono lo scudetto 2015 contro le Neptunes

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • 1989: Campioni d'Italia Under 20
  • 2009: Campioni d'Italia Under 18
  • 2010: Campioni d'Italia Under 21
  • 2012: Campioni d'Italia Under 18
  • 2013: Campioni d'Italia Under 16
  • 2014: Campioni d'Italia IFL Prima Divisione
  • 2014: Campioni d'Italia Under 19
  • 2015: Campioni d'Italia IFL Prima Divisione
  • 2017: Campioni d'Italia FIDAF Prima Divisione

Campo da gioco e d'allenamento Velodromo Maspes-Vigorelli via Arona Milano

Dettaglio stagioni[modifica | modifica wikitesto]

Tornei nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Campionato AIFA/Serie A/Serie A1/IFL/Prima Divisione[modifica | modifica wikitesto]
Stagione regular season playoff
  Vin Par Per Tot PF PS Vin Per Tot PF PS risultato avversaria
1982 3 1 6 10 78 193 - - - - - - -
1983 5 0 5 10 127 88 - - - - - - -
1984 7 1 2 10 134 44 0 1 1 3 14 Quarti di finale Warriors Bologna
1985 10 1 1 12 232 92 0 1 1 15 27 Quarti di finale Angels Pesaro
1986 6 0 4 10 153 107 0 1 1 17 34 Ottavi di finale Rhinos Milano
1987 11 0 1 12 459 79 3 1 4 122 51 Superbowl Frogs Legnano
1988 10 0 2 12 429 129 0 1 1 19 37 Ottavi di finale Chiefs Ravenna
1989 11 0 1 12 300 169 2 1 3 49 39 Superbowl Frogs Legnano
1990 0 1 11 12 115 414 - - - - - - -
2011 3 0 6 9 284 349 - - - - - - -
2012 5 0 6 11 302 366 - - - - - - -
2013 5 0 3 8 150 171 2 1 3 74 82 Superbowl Panthers Parma
2014 11 0 1 12 450 140 2 0 2 64 10 Campioni Panthers Parma
2015 7 0 3 10 278 165 3 0 3 99 46 Campioni Panthers Parma
2016 5 0 5 10 227 230 1 1 2 61 35 Semifinale Rhinos Milano
2017 8 0 2 10 347 113 3 0 3 113 58 Campioni Rhinos Milano
Totale 107 4 59 170 4065 2849 16 8 24 636 433
CIFAF[modifica | modifica wikitesto]
Stagione regular season playoff
  Vin Par Per Tot PF PS Vin Per Tot PF PS risultato avversaria
2014 2 0 1 3 110 71 0 1 1 18 19 Semifinale Neptunes Bologna
2016 3 0 1 4 68 39 1 0 1 19 18 Campionesse Neptunes Bologna
Totale 5 0 2 7 178 110 1 1 2 37 37

Fonte: Enciclopedia del Football - A cura di Roberto Mezzetti

LENAF[modifica | modifica wikitesto]
Stagione regular season playoff
  Vin Par Per Tot PF PS Vin Per Tot PF PS risultato avversaria
2010 0 0 8 8 47 193 - - - - - - -
Totale 0 0 8 8 47 193 - - - - -
CIF9[modifica | modifica wikitesto]
Stagione regular season playoff
  Vin Par Per Tot PF PS Vin Per Tot PF PS risultato avversaria
2011[4] 4 0 2 6 116 85 0 1 1 8 44 Quarti di conference Warriors Bologna II
Totale 4 0 2 6 116 85 0 1 1 8 44

Tornei internazionali[modifica | modifica wikitesto]

IFAF Europe Champions League[modifica | modifica wikitesto]

Stagione regular season playoff
  Vin Par Per Tot PF PS Vin Per Tot PF PS risultato avversaria
2015 1 0 1 2 60 46 - - - - - - -
2016 2 0 0 2 93 40 1 1 2 44 54 Finale Panthers Wrocław
Totale 3 0 1 4 153 86 1 1 2 44 54

Fonti: Enciclopedia del Football - A cura di Roberto Mezzetti

BIG6 European Football League[modifica | modifica wikitesto]

Stagione regular season playoff
  Vin Par Per Tot PF PS Vin Per Tot PF PS risultato avversaria
2017 1 0 1 2 26 51 - - - - - - -
Totale 1 0 1 2 26 51 - - - - -

Fonti: Enciclopedia del Football - A cura di Roberto Mezzetti

EFAF Cup[modifica | modifica wikitesto]

Stagione regular season playoff
  Vin Par Per Tot PF PS Vin Per Tot PF PS risultato avversaria
2012 0 0 2 2 12 113 - - - - - - -
Totale 0 0 2 2 12 113 - - - - -

Fonti: Enciclopedia del Football - A cura di Roberto Mezzetti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Superball" nel 1981, "Superbowl Italiano" dal 1982 al 2008, "Italian Superbowl" dal 2008 al 2014, "Italian Bowl" dal 2015.
  2. ^ Stroncato Da Infarto Galeotti Era Il Braccio Destro Di Armani - La Repubblica.It
  3. ^ Football, la Seamen Milano rinasce grazie a Facebook Sky.Sport.it, 31/03/09. Url consultato il 6 settembre 2009.
  4. ^ Farm team.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]