Santuario della Madonna Miracolosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santuario della Madonna Miracolosa e basilica dei Santi Giacomo e Filippo
Taggia-P1000923.JPG
Stato Italia Italia
Regione Liguria Liguria
Località Taggia
Religione Cristiana cattolica di rito romano
Titolare Giacomo il Maggiore
Diocesi Ventimiglia-San Remo
Consacrazione 1689
Stile architettonico Romanico-barocco
Inizio costruzione XII secolo
Completamento 1689
Sito web Sito ufficiale

Coordinate: 43°51′38.28″N 7°51′08.47″E / 43.860633°N 7.852353°E43.860633; 7.852353

Il santuario della Madonna Miracolosa - già basilica dei Santi Giacomo e Filippo - è un edificio religioso sito in piazza Gastaldi nel centro storico di Taggia, in valle Argentina, in provincia di Imperia. La chiesa è sede della parrocchia dei Santi Giacomo e Filippo del vicariato di Levante e Valle Argentina della diocesi di Ventimiglia-San Remo. Nel dicembre del 1942 papa Pio XII elevò la chiesa alla dignità di basilica minore[1].

La basilica ha avuto il titolo di santuario diocesano il 13 giugno del 2010 dal vescovo Alberto Maria Careggio.

Le principali festività si celebrano l'11 marzo per l'anniversario del primo prodigio dell'immagine mariana venerata e la prima domenica di giugno per l'anniversario dell'incoronazione della stessa.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La statua della Madonna Miracolosa

Il tempio sorge sul luogo dell'antica chiesa romanica dell'XI secolo, dalla quale diverse opere furono in seguito trasferite nella nuova basilica nel 1675. Al suo interno, corredato dalle quattordici cappelle laterali, sono conservate le reliquie del suo concittadino san Benedetto Revelli.

Madonna miracolosa[modifica | modifica wikitesto]

Il culto religioso verso la Madonna del Sacro Cuore accrebbe dopo l'11 marzo del 1855 quando, dopo un ottavario di preghiere, la popolazione di Taggia riunita all'interno della collegiata notò il movimento degli occhi della statua, opera dello scultore locale Salvatore Revelli. Secondo la tradizione religiosa il fatto miracoloso si ripeté altre volte, anche in tempi recenti, tanto che l'allora vescovo di Ventimiglia istruì un regolare processo canonico per accettarne realmente i fatti.

Gli atti processuali furono inviati in Vaticano al pontefice Pio IX allegando inoltre la richiesta della comunità tabiese per autorizzare l'incoronazione della statua miracolosa: il primo giugno fu letto il decreto con il quale il papa dichiarava l'evento miracoloso e autorizzava l'incoronazione[2].

Oggi la statua della Madonna del Sacro Cuore, denominata "della Madonna miracolosa", è conservata nella quarta cappella della navata sinistra della chiesa dei Santi Giacomo e Filippo.

La tradizione popolare attribuisce inoltre alla Madonna miracolosa la protezione della popolazione di Taggia durante la seconda guerra mondiale e altre grazie temporali.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Meriana, Guida ai Santuari in Liguria, Genova, Sagep Editrice, 1990, ISBN 88-7058-666-9.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]