Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Sanosuke Sagara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sanosuke Sagara
Sanosuke Sagara.png
Sanosuke Sagara
Universo Kenshin Samurai vagabondo
Nome orig. 左之助 相楽 (Sanosuke Sagara)
Lingua orig. Giapponese
Autore Nobuhiro Watsuki
Studio Sony
Editore Shueisha
1ª app. 1º ottobre 1996
1ª app. in Weekly Shonen Jump
Editore it. Star Comics
app. it. 1º aprile 2001
app. it. in Kappa Extra
Interpretato da Munetaka Aoki
Voci orig.
Voci italiane
Specie umano
Sesso Maschio
Etnia giapponese
Luogo di nascita Giappone Giappone
Data di nascita febbraio 1860
Abilità
  • Futae no Kiwami (Doppio Colpo)

Sanosuke Sagara (相楽 左之助 Sagara Sanosuke?) è un personaggio fittizio del manga di Nobuhiro Watsuki Kenshin Samurai vagabondo. Il personaggio trae ispirazione dal capitano della decima squadra di Shinsengumi, Harada Sanosuke.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sanosuke Sagara appare per la prima volta nel Tankōbon numero 1 di Kenshin. È un ragazzo di 19 anni che fa l'attaccabrighe a pagamento, cioè provoca delle risse in cambio di denaro. Egli accetta il compito solo nel caso in cui ci sia un avversario valido da sconfiggere, in quanto non ama malmenare i deboli. Conosce Kenshin Himura durante una rissa e si accorge che non si tratta di uno spadaccino qualsiasi. Qualche giorno dopo un duo di fuorilegge lo ingaggia per farlo combattere proprio contro Kenshin spiegandogli che in realtà si tratta dell'assassino Battōsai. Sanosuke accetta volentieri la sfida e con la sua Spada taglia-cavalli si appresta a lottare contro il samurai. Lo scontro non va per le lunghe, Sanosuke viene sconfitto grazie alla tecnica Mitsurugi Hiten di Kenshin e la Spada taglia-cavalli si spezza.

Durante la battaglia Sanosuke racconta di essere scappato di casa all'età di nove anni per seguire lo Squadrone Rosso (Sekihō-tai) di Sagara Sōzō. Per Sanosuke quell'uomo dalle idee rivoluzionarie era come un modello da raggiungere, tant'è che con l'instaurazione dell'epoca Meiji, Sanosuke prende il cognome del suo capitano, Sagara. Purtroppo Sanosuke dovette assistere all'esecuzione per decapitazione voluta dai Samurai ambiziosi, i cosiddetti Ishin-Shishi. È anche per questo che Sanosuke all'inizio serbava odio nei confronti di Kenshin Himura; poi una volta compreso il reale spirito dell'ex assassino diventa il suo più caro amico.

Insieme a Kenshin e ai suoi amici combatte sia contro Makoto Shishio che contro Enishi Yukishiro. Ed è proprio durante la convalescenza di Kenshin a seguito dello scontro con Enishi, che Sanosuke torna nel suo villaggio. Una volta giunto lì, prima fa fuori alcuni membri della yakuza poi fa visita a suo padre. Dopo una scazzottata viene a sapere che la madre è morta dopo aver dato alla luce il suo fratello più piccolo, Ota, che è totalmente affascinato dal coraggio e dall'audacia di Sanosuke. Con la nuova epoca, anche il padre di Sanosuke ha un cognome (Higashidani) e per evitare di macchiarlo e di rovinare la serenità della famiglia, Sanosuke si accolla il fardello di sconfiggere tutti i membri yakuza e di scacciarli definitivamente dal suo villaggio. Sanosuke affronta e vince circa 200 persone, colmando in parte la sua voglia di fare a pugni.

Nell'ultimo volume del manga Sanosuke è costretto a lasciare il Giappone perché ricercato dalla polizia e diventa un giramondo. Passano cinque anni senza che nessuno abbia sue notizie, finché non invia una lettera a Kenshin nella quale scrive che si trova in Mongolia e che passerà ancora un po' di tempo prima che possa ritornare in Giappone per far loro visita.

Abilità[modifica | modifica wikitesto]

Sanosuke è un combattente di prim'ordine grazie alle sue abilità straordinarie: possiede una forza prodigiosa, dovuta al continuo uso della sua zanbato, arma incredibilmente pesante che però è in grado di maneggiare con molta scioltezza; anche dopo la distruzione di quest'ultima, Sanosuke mantiene invariata la sua forza, essendo in grado di scaraventare via una persona normale con un singolo pugno, o di sfondare tranquillamente un muro a mani nude.

La capacità più strabiliante di Sanosuke è tuttavia la sua grandissima resistenza fisica: egli è in grado di incassare colpi violentissimi, senza risentirne particolarmente e di continuare a combattere anche con ferite che ucciderebbero una persona comune.

Durante la saga di Shishio, volendo diventare più forte, Sanosuke si fa insegnare il Segreto del Doppio Colpo da Anji del juppongatana: tale tecnica consiste nel colpire un oggetto con due colpi in rapidissima successione, in grado di raggiungere facilmente il cuore della materia e frantumare facilmente qualsiasi struttura; tuttavia, in seguito alle lesioni alla mano riportate in vari scontri, Sanosuke inventa una variante del colpo in cui sorregge il polso destro con la mano sinistra, potendo così sfruttare la piena potenza del colpo senza effetti negativi.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga