Samira Wiley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Samira Wiley

Samira Denise Wiley (Washington D.C., 15 aprile 1987) è un'attrice statunitense.

Conosciuta principalmente per il ruolo di Poussey Washington nella serie televisiva Orange Is the New Black, nel 2018 ha vinto un Emmy Award per la sua interpretazione nella serie televisiva The Handmaid's Tale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Washington, Samira si è laureata alla Duke Ellington School of the Arts. Il padre Dennis W. Wiley e la madre Christine Wiley sono i pastori della Covenant Baptist United Church of Christ. I genitori sono stati definiti dei "pilastri della comunità religiosa LGBT"; la Covenant Baptist United Church of Christ era infatti l'unica chiesa battista a Washington D.C. a celebrare le unioni fra persone dello stesso sesso nel 2007. Samira ha due fratelli: Aiyana Maat e Joshua Wiley.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ha studiato recitazione alla Juilliard School di New York e si è laureata nel 2010. Ha lavorato soprattutto in teatro nei primi anni della sua carriera. Nel 2011 ha interpretato Maria in una produzione di Love's Labour's Lost di Public Theater.

Quando la serie televisiva della Netflix, Orange Is the New Black è entrata in fase di sviluppo, Wiley ha saputo delle audizioni da un suo amico autore dello show, Marco Ramirez. Dopo aver scoperto che un'altra amica della Juilliard, Danielle Brooks, aveva avuto un ruolo nello show, Wiley ha chiesto a Brooks di provare con lei per prepararsi alle audizioni per il ruolo di Poussey Washington, la migliore amica del personaggio di Brooks nello show. L'audizione di Samira ha avuto successo; è apparsa in tutti i dodici episodi della prima stagione della serie ed è stata in primo piano per tutta la seconda stagione. Lascia la serie alla fine della quarta stagione. Nel 2017 entra a far parte del cast della serie The Handmaid's Tale, per la quale nel 2018 riceve un Emmy Award come migliore attrice guest star.

Il primo ruolo importante fu nel film commedia The Sitter (2011). Mentre recitava nello show televisivo Orange Is the New Black, Wiley ha girato Rob the Mob, un film poliziesco indipendente diretto da Raymond De Felitta e pubblicato nel marzo del 2014.

Wiley ha fatto da modella per il Maniac Magazine, è apparsa sulla copertina dell'editoriale settembre/ottobre del 2014. Wiley è inoltre apparsa sulla copertina dell'edizione 2014 della rivista OUT100 Magazine insieme a Sam Smith, Ellen Page e Zachary Quinto.

Nel dicembre del 2015, è stato annunciato che Wiley è stata scelta per dare voce al personaggio di The Walking Dead, Michonne, nel videogioco rilasciato da Telltale Games nel febbraio del 2016.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2017 Wiley è sposata con la scrittrice Lauren Morelli. L'11 aprile 2021 ha dato alla luce una bambina, George Elizabeth.[1]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrice[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Samira Wiley è stata doppiata da:

Da doppiatrice è sostituita da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

FILMdb: Samira Wiley, su filmdb.it.

Controllo di autoritàVIAF (EN315190434 · LCCN (ENno2015040943 · WorldCat Identities (ENlccn-no2015040943