Rio Grande City

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rio Grande City
city
(EN) City of Rio Grande City
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoFlag of Texas.svg Texas
ConteaStarr
Amministrazione
SindacoJoel Villarreal
Territorio
Coordinate26°22′50.16″N 98°49′05.88″W / 26.3806°N 98.8183°W26.3806; -98.8183 (Rio Grande City)Coordinate: 26°22′50.16″N 98°49′05.88″W / 26.3806°N 98.8183°W26.3806; -98.8183 (Rio Grande City)
Altitudine53 m s.l.m.
Superficie29,4 km²
Abitanti13 834 (2010)
Densità470,54 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale78582
Prefisso956
Fuso orarioUTC-6
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Rio Grande City
Rio Grande City
Rio Grande City – Mappa
Sito istituzionale

Rio Grande City è un comune (city) degli Stati Uniti d'America e capoluogo della contea di Starr nello Stato del Texas. La popolazione era di 13.834 abitanti al censimento del 2010. La città si trova 41 miglia (66 km) ad ovest di McAllen. La città detiene anche il record di marzo per gli Stati Uniti a 108 gradi Fahrenheit. La città è collegata a Camargo, Tamaulipas, attraverso il Rio Grande City-Camargo International Bridge.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Rio Grande City è situata a 26°22′50″N 98°49′06″W / 26.380556°N 98.818333°W26.380556; -98.818333 (26.380667, -98.818364)[1].

Secondo lo United States Census Bureau, la città ha una superficie totale di 29,4 km², dei quali 29,4 km² di territorio e 0 km² di acque interne (0% del totale).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fort Ringgold nel suo massimo
Fort Ringgold County Park in memoria, ma il sito originale è ora occupato da una scuola elementare e media

Il sito faceva parte del Carnestolendas Ranch, fondato nel 1762 da José Antonio de la Garza Falcón nella colonia spagnola di José de Escandón. Il ranch apparteneva in seguito a Henry Clay Davis, un avventuroso kentuckiano sopravvissuto alla spedizione di Mier e formò l'attuale città da Davis Landing o Rancho Davis nel 1847 dopo aver sposato María Hilaria de la Garza, la nipote di Francisco de la Garza Martínez. Davis aveva acquisito la terra alla morte di Garza Falcón. Progettò il porto con ampie strade rettilinee, sul modello della capitale, Austin. L'insediamento di Fort Ringgold nel 1848, immediatamente adiacente alla città, ne assicurò la crescita e la permanenza. La città ricevette un ufficio postale nel 1849; nel 1895 il nome dell'ufficio postale cambiò da Rio Grande City a Riogrande, il nome sotto il quale ora opera. Nonostante l'isolamento della città e la mancanza di strutture di trasporto per la maggior parte della sua storia, influenze esterne influenzarono in modo significativo. Durante il XIX secolo Rio Grande City ebbe un commercio attivo di passeggeri e navi mercantili con New Orleans e prosperò come centro per il bestiame. Frequenti invasioni dal Messico, in particolare quelle di Juan Cortina nel 1859, costrinsero la comunità a contare spesso sui Texas Rangers e sull'Esercito degli Stati Uniti per la protezione. Nel 1884 la città aveva una popolazione di 900 abitanti, un medico, due avvocati, un saloon, tre carpentieri, tre drogherie, nove negozi, un carrozziere, un farmacista, due fabbri, due chiese, un distretto scolastico, un sarto, un mobilificio, un mulino e un hotel. Nel 1896 Rio Grande City aveva una popolazione di 1.800 abitanti e nel 1914 aveva una banca e 2.100 abitanti[2].

I rapporti razziali erano talmente tesi che contribuirono a far sorgere il tumulto di Rio Grande City del 1888, in cui la popolazione messicana si trovava di fronte all'ufficio dello sceriffo controllato dai bianchi. In un altro incidente razziale, membri neri del Ninth United States Cavalry spararono verso la città nel 1899, tra le notizie di un attacco civile alla guarnigione. Una serie di indagini produssero risultati inconcludenti ma culminò nel ritiro delle truppe. Nel 1925 Rio Grande City riportò una popolazione di 3.000 abitanti, ma nel 1931 contava 2.283 abitanti e novanta aziende. Nell'agosto del 1926 i residenti votarono per l'incorporazione, ma la città andò in debito durante la grande depressione, e nel maggio del 1933 i residenti votarono a favore della disincorporazione per evitare il rimborso del debito considerevole accumulato per miglioramenti alla città. Per tutto il 1940 la popolazione rimase a 2.500 abitanti. Nel 1954 era di 3.992 abitanti. Rio Grande City continuò a crescere negli anni 1960 e nel 1964 aveva una popolazione di 6.435 abitanti e 130 aziende. Nel 1974 la popolazione era scesa leggermente a 5.720 abitanti, dove rimase fino agli anni 1980. Nel 1990 era di 9.891 abitanti. La popolazione aumentò fino a 11.923 abitanti nel 2000. Gli uragani colpirono la città nel 1919 e nel 1967. Nel 1967 l'United Farm Workers Union cercò protezione federale dai Texas Rangers in un tentativo infruttuoso di organizzare raccoglitori di meloni. Il boom del petrolio e del gas degli anni 1930 ampliò la limitata base economica della città, che include le esportazioni verso il Messico, la produzione di mattoni, la produzione di cibo e il turismo. Rio Grande City ha diverse strutture storiche, tra cui Fort Ringgold, La Borde House e una replica del santuario di Nostra Signora di Lourdes. La città votò per la reincorporazione nel 1993[2].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento[3] del 2010, la popolazione era di 13.834 abitanti.

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento del 2010, la composizione etnica della città era formata dal 92,08% di bianchi, lo 0,2% di afroamericani, lo 0,3% di nativi americani, lo 0,78% di asiatici, lo 0% di oceanici, il 5,54% di altre razze, e l'1,1% di due o più etnie. Ispanici o latinos di qualunque razza erano il 94,29% della popolazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN124408953
Texas Portale Texas: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Texas