Radar (Ejabbabbaje)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Radar (Ejabbabbaje)
ArtistaVerdena
Tipo albumRaccolta
Pubblicazione31 maggio 2011[1]
Durata30:19 min.
Dischi1
Tracce10
GenereNeopsichedelia
Rock alternativo
Rock
EtichettaBlack Out - Universal/Jestrai eccetto Baby I Love You solo Jestrai
RegistrazioneHenhouse Studio, eccetto Razzi arpia inferno e fiamme (Aucan remix) registrato presso Ritmo&blu Studio
FormatiCD
Verdena - cronologia
Album successivo
Logo
Logo del disco Radar (Ejabbabbaje)

Radar (Ejabbabbaje) è una raccolta dei Verdena pubblicata nel 2011 in formato CD come allegato alla rivista XL.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Così come già avvenuto nel caso di Wow, i due nomi contenuti nel titolo della raccolta Radar (Ejabbabbaje) sono entrambi dei palindromi che possono essere letti da sinistra a destra o viceversa. Il sottotitolo Ejabbabbaje deriva, come spiegato da Roberta Sammarelli durante un'intervista con Luca Valtorta, direttore di XL, da un verso che Luca Ferrari usava urlare nei microfoni della batteria durante i concerti del tour di Wow.[1]

Il disco contiene 10 brani di cui 3 inediti. Le prime tre tracce sono delle versioni dal vivo di Rossella roll over, Le scarpe volanti ed È solo lunedì eseguite all'Alcatraz di Milano il 19 febbraio 2011. Segale Cornuta, realizzato interamente con un sintetizzatore da Luca Ferrari, concorreva inizialmente con il brano 12,5 mg per essere inserito nella tracklist di Wow. Inutilniente è un pezzo escluso all'ultimo momento dalla tracklist. Baby I Love You è il primo pezzo registrato nell'HenHouse Studio dai fratelli Ferrari nel 1993 a cui sono stati sovraincisi nel 2010 basso e mellotron da Alberto. Optical è il risultato di una jam durante le sessioni di registrazione di Wow nel 2010. Le ultime due tracce sono una versione alternativa ed un remix di Razzi arpia inferno e fiamme realizzato dagli Aucan.[1] La copertina è opera di Luca.[2]

Il disco in vinile è stato ufficialmente ridistribuito, in tiratura limitata, nel corso del Record Store Day 2017.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi di Alberto Ferrari, eccetto dove indicato.

  1. Rossella roll over (Live@Milano) – 4:00
  2. Le scarpe volanti (Live@Milano) – 4:04
  3. È solo lunedì (Live@Milano) – 5:09
  4. Segale cornuta – 1:38
  5. Inutilniente – 1:57
  6. Baby I Love You – 3:43
  7. Optical (Demo) – 2:40
  8. A capello (Demo) – 2:19
  9. Razzi arpia inferno e fiamme (alternative version) – 3:00 (Alberto Ferrari e Roberto Longaretti)
  10. Razzi arpia inferno e fiamme (Aucan remix) – 3:09

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Alberto Ferrari - voce, chitarra, pianoforte, basso in Baby I Love You, mellotron in Baby I Love You
  • Roberta Sammarelli - basso
  • Luca Ferrari - batteria, synth su Segale cornuta
  • Omid Jazi - tastiere e chitarra nei brani live

Registrazioni studio[modifica | modifica wikitesto]

  • Alberto Ferrari - masterizzazione, registrazione e missaggio di tutti i brani eccetto Razzi arpia inferno e fiamme (Aucan remix), Segale cornuta e i brani live
  • Giovanni Ferliga (Aucan) - masterizzazione, registrazione e missaggio di Razzi arpia inferno e fiamme (Aucan remix)
  • Luca Ferrari - registrazione e missaggio di Segale cornuta
  • Davide Perucchini (fonico del gruppo) - registrazione dei brani live eseguiti all'Alcatraz di Milano il 19 febbraio 2011.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c La musica ha un futuro?, su youtube.com.
  2. ^ Alessandro Rabitti, Hate TV - Recensione - VERDENA - Radar (Ejabbabbaje), su hatetv.it, 27 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2015).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock