Pseudotropheus johannii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pseudotropheus johannii
Melanochromis johanni Male.jpg
esemplare maschile
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Labroidei
Famiglia Cichlidae
Sottofamiglia Pseudocrenilabrinae
Tribù Haplochromini
Genere Pseudotropheus
Specie P. johannii
Nomenclatura binomiale
Pseudotropheus johannii
Eccles, 1973
Sinonimi

Melanochromis johannii
(Eccles, 1973)

Pseudotropheus johannii Eccles, 1973 è un pesce di acqua dolce appartenente alla famiglia Cichlidae ed alla sottofamiglia Pseudocrenilabrinae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È endemico del Lago Malawi, dove è diffuso sulla costa sud-est[1], ed è in particolare comune nella località di Cape Ngombo[2]; di solito vive intorno a 5 m di profondità[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il dimorfismo sessuale è molto evidente: i maschi adulti sono neri con macchie blu o azzurre pallide, le femmine e gli esemplari giovanili sono invece giallastri. Non supera i 10 cm[2]. La pinna caudale ha il margine arrotondato; la pinna dorsale e la pinna anale sono basse. Sulla seconda negli esemplari maschili sono presenti delle piccole macchie chiare, simili a uova, come nei maschi di alcune specie del genere Maylandia.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

I maschi adulti sono aggressivi verso altri maschi in età riproduttiva[1].

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

La sua dieta è composta soprattutto da fitoplancton (principalmente Cladophora e Calothrix) tra cui anche diatomee (Stephanodiscus, Melosira, Nitzschia e altre)[3].

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

È un incubatore orale. La femmina depone le uova e le prende in bocca, poi si avvicina alla pinna anale del maschio, probabilmente attratta dalle macchie molto simili a uova lì presenti, e le uova vengono fecondate dentro la bocca[4].

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente classificato come "vulnerabile" (VU) dalla lista rossa IUCN nel 2006, nel 2018 è stato riclassificato come "a rischio minimo" (LC) perché nonostante sia ricercato per l'acquariofilia è una specie molto comune nel suo habitat[1], e a differenza di quanto riportato nella valutazione del 2006[5], il suo areale non è limitato a poche località.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) Konings, A. 2018, Pseudotropheus johannii, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020.
  2. ^ a b (EN) Pseudotropheus johannii, su FishBase. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  3. ^ (EN) Food and Feeding Habits Summary Pseudotropheus johannii, su FishBase. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  4. ^ (EN) Reproduction of Pseudotropheus johannii, su FishBase. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  5. ^ (EN) Kasembe, J. 2006, Pseudotropheus johannii, su IUCN Red List of Threatened Species 2006. URL consultato il 16 dicembre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci