Tilapia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tilapia
Chromis busumanus.jpg Tilapia sparrmanii.jpg
Dall'alto: Tilapia busumana e Tilapia sparrmanii
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Ittiopsidi
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Labroidei
Famiglia Cichlidae
Sottofamiglia Pseudocrenilabrinae
Tribù Tilapinii
Genere Tilapia
Smith, 1840

Tilapia Smith, 1840 è un genere di pesci appartenente alla famiglia dei Ciclidi che vivono in acque tropicali in Africa, Sud America e Asia.

Diffusione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Queste specie sono diffuse nelle acque dolci dell'Africa centro-meridionale, in acque tra i 20 e i 30 °C.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Le dimensioni si attestano tra i 10 cm e i 30 cm, secondo le specie.

Usi alimentari[modifica | modifica wikitesto]

Nell'uso commerciale internazionale il termine Tilapia fa riferimento a specie pure sia del genere Tilapia sia del genere Oreochromis e a vari ibridi creati per l'allevamento e immessi nel circuito dell'alimentazione umana in modo preponderante. In Italia il nome commerciale tilapia si riferisce legalmente certamente alle specie Oreochromis niloticus e Oreochromis mossambicus. La carne di questi pesci si adatta bene alla cottura arrosto, alla griglia o al vapore.

Attualmente il maggior fornitore di Tilapia sul mercato Internazionale è la Cina[1].

Usi manifatturieri[modifica | modifica wikitesto]

La pelle di Tilapia si presta alla concia e viene utilizzata con successo nella produzione di rivestimenti per mobili, guanti, calzature, accessori e oggettistica di pelletteria. L'utilizzo delle pelli di pesce inoltre offre la possibilità di recuperare materiali abitualmente scartati dalla produzione alimentare, favorendo uno sviluppo sia economico sia ecologico delle risorse soprattutto nei paesi in via di sviluppo dove l'animale è autoctono.

Usi in medicina[modifica | modifica wikitesto]

La pelle di Tilapia viene utilizzata nella cura delle ustioni, sia degli umani che degli animali, quando altri rimedi sono inefficaci o di difficile impiego. Dopo un'accurata sterilizzazione, viene applicata sulla parte ustionata e lasciata in loco per una decina di giorni (dopodiché perde le sue proprietà) e sostituita con altri tipi di bendaggio o con un'altra pelle, finché la cute sottostante non si rigenera. Viene ad esempio impiegata nella cura delle ustioni dei grandi felini o dei plantigradi [2].

Specie[modifica | modifica wikitesto]

Il genere è stato oggetto di recenti studi tassonomici e attualmente (2017) comprende 7 specie[3]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci