Provincia del Limpopo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Limpopo
provincia
Localizzazione
StatoSudafrica Sudafrica
Amministrazione
CapoluogoPolokwane
PremierCassel Mathale (ANC)
Data di istituzione27 aprile 1994
Territorio
Coordinate
del capoluogo
23°54′S 29°27′E / 23.9°S 29.45°E-23.9; 29.45 (Limpopo)Coordinate: 23°54′S 29°27′E / 23.9°S 29.45°E-23.9; 29.45 (Limpopo)
Altitudine1 373 m s.l.m.
Superficie125 754 km²
Abitanti5 439 600 (2010)
Densità43,26 ab./km²
Distretti1+5
Municipalità locali25
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+2
ISO 3166-2ZA-LP
Cartografia
Limpopo – Localizzazione
Sito istituzionale

La provincia del Limpopo è una provincia del Sudafrica, con capitale Polokwane. È la più settentrionale delle province sudafricane, con tre frontiere internazionali: Botswana, Zimbabwe e Mozambico. Prende il nome dal fiume Limpopo.

La provincia ha la più alta percentuale di persone nere in Sudafrica (solo il 2,7% della popolazione non è nera) ed è abbastanza isolata linguisticamente, con il 35% della popolazione con madrelingua tsonga e venda che non sono né lingue ngunilingue sotho.

Nella provincia si trova l'importante sito archeologico delle rovine del Mapungubwe, la civiltà che precedette quella della Grande Zimbabwe.

Comuni e distretti[modifica | modifica wikitesto]

La provincia di Limpopo è suddivisa in due District Management Areas (DMAs) con codice CBDMA4, CBDMA3 e 5 municipalità distrettuali, a loro volta suddivisi in 25 municipalità locali[1]:

Parchi e riserve naturali[modifica | modifica wikitesto]

La provincia del Limpopo è ricca di parchi e riserve naturali. Questi sono suddivisi in quattro tipologie: Parchi Nazionali (National Parks), Parchi Transnazionali (Transfrontier Parks), Parchi Provinciali (Provincial Parks) e Riserve Naturali (Nature Reserves).

Parchi Nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Parchi Transnazionali[modifica | modifica wikitesto]

Parchi Provinciali[modifica | modifica wikitesto]

Riserve Naturali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte: Municipal Demarcation Board South Africa, sito ufficiale ([1])

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]