Premio Akutagawa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il premio Akutagawa (芥川龍之介賞 Akutagawa Ryūnosuke Shō?) è tra i più prestigiosi premi letterari giapponesi.[1]

Venne inaugurato nel 1935 da Kan Kikuchi, direttore della rivista Bungei Shunjū, in memoria dello scrittore Ryūnosuke Akutagawa[2]; è sponsorizzato dall'Associazione per la promozione della letteratura giapponese (Nihon Bungaku Shinkō Kai) ed è attribuito due volte l'anno, in gennaio e in luglio[3], all'opera migliore, pubblicata su quotidiano o periodico, da un autore esordiente. Il vincitore riceve un orologio e la somma di un milione di yen[4] (quasi 8.000 euro, stima 2015).

Spesso il premio è attribuito a novelle o brevi racconti, piuttosto che a veri e propri romanzi. La fama del premio lo rende il più prestigioso del Giappone[5], grazie anche alla notorietà che il vincitore raggiunge, che si traduce in un notevolissimo aumento delle copie vendute. Ad esempio la scrittrice Risa Wataya, dopo soli due mesi dall'assegnazione del premio, raggiunse le 500.000 copie, per arrivare a un totale di oltre 1.000.000.[6]

Occasionalmente, quando la giuria non raggiunge un consenso, il premio non viene attribuito. La giuria si compone tradizionalmente di scrittori contemporanei, critici letterari e precedenti assegnatari del premio. Fra il 1945 ed il 1948 l'attribuzione del premio è stata sospesa a causa del periodo post-bellico.

Il romanziere Oe Kenzaburo, già insignito del premio Akutagawa, vinse, nel 1994, il Premio Nobel per la Letteratura.

Vincitori[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Natsuko Fukue, Literary awards run spectrum, su japantimes.co.jp, 14 febbraio 2012. URL consultato il 13 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 15 febbraio 2012).
  2. ^ (EN) Pagina dedicata al premio, su britannica.com. URL consultato il 13 novembre 2019.
  3. ^ (EN) Alicia Joy, A Brief History of Japan’s Most Prestigious Literary Award, The Akutagawa Prize, su theculturetrip.com, 21 settembre 2013. URL consultato il 13 novembre 2019.
  4. ^ (EN) The Akutagawa Prize has had some major controversies, su redcircleauthors.com, 27 febbraio 2018. URL consultato il 13 novembre 2019.
  5. ^ (EN) Dennis Abrams, Japan’s Akutagawa and Naoki Prizes Go to ‘Exclusively Literary People’, su publishingperspectives.com, 26 luglio 2016. URL consultato il 13 novembre 2019.
  6. ^ (EN) Pagina dedicata alla scrittrice, su britannica.com. URL consultato il 13 novembre 2019.
  7. ^ (EN) Daisuke Kikuchi, Convenience store worker who moonlights as an author wins prestigious Akutagawa Prize, su japantimes.co.jp, 20 luglio 2016. URL consultato il 13 novembre 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàNDL (ENJA001232788