Potez 540

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Potez 540
Potez 54.jpg
Descrizione
Tipo aereo da ricognizione
bombardiere
Equipaggio 5
Progettista Louis Coroller
Costruttore Francia Potez
Data primo volo 14 novembre 1933
Data entrata in servizio maggio 1935
Utilizzatore principale Francia Armée de l'air
Esemplari 270
Dimensioni e pesi
Lunghezza 16,20 m
Apertura alare 22,10 m
Altezza 3,88 m
Superficie alare 76,00
Peso a vuoto 3 830 kg
Peso carico 6 940 kg
Propulsione
Motore 2 Hispano-Suiza 12Xirs
Potenza 790 CV (581 kW) ciascuno
Prestazioni
Velocità max 320 km/h a 4 000 m
Velocità di crociera 270 km/h
Velocità di salita a 4 000 m in 10 min e 30 s
Autonomia 1 200 km
Tangenza 10 500 m
Armamento
Mitragliatrici 3 MAC 34 calibro 7,5 mm
Bombe 500 kg

i dati sono estratti dal sito Aviafrance[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Potez 540 fu un aereo da ricognizione/bombardiere bimotore monoplano ad ala alta sviluppato dall'azienda aeronautica francese Avions Henry Potez nei primi anni trenta.

Realizzato su iniziativa personale, venne adattato per rispondere ad una specifica dell'Armée de l'air, la neoistituita aeronautica militare francese, rimanendo in servizio nelle sue varie versioni derivate, pur relegato a compiti di seconda linea, fino alle prime fasi della seconda guerra mondiale trovando impiego anche nel corso della guerra civile spagnola.

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

Con l'istituzione in Francia dell'aeronautica militare come forza armata indipendente, furono recepite le teorie espresse dall'italiano Giulio Douhet sulla dotazione di un velivolo polivalente in grado di effettuare missioni di bombardamento diurne e notturne o di ricognizione a lungo raggio. Un simile modello, grazie ad un'elevata velocità e un equipaggiamento bellico basato su un consistente carico di bombe e protetto da tutti i lati da numerose postazioni dotate di mitragliatrici da difesa, avrebbe dovuto garantire una supremazia tattica relegando esercito e marina a compiti essenzialmente difensivi. In base a tali esigenze, nel 1928 il Service technique Aéronautique (STAé) emanò alcune specifiche per la fornitura di un velivolo da combattimento polivalente denominato M4; tuttavia, nell'ottobre 1933, il Ministère de l'Air sostituì le specifiche del 1930 con altre più recenti finalizzate ad un velivolo multiruolo, il BCR (Bombardement, Chasse, Reconnaissance), ovvero Bombardiere, Caccia, Ricognitore.

Per rispondere a queste ultime specifiche gli uffici tecnici delle aziende nazionali iniziarono ad elaborare una serie di progetti adatti allo scopo, che alla fine si concretizzarono in quattro modelli che risultarono interessare i vertici della neoistituita Armée de l'air: il Bréguet 460, il Farman F.420, il Bloch MB 130 e, ultimato in extremis, il Potez 540.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

Potez 54
prototipo, realizzato in un solo esemplare, in seguito convertito (con coda a impennaggio bideriva) nel Potez 540 No. 1.
Potez 540
variante di produzione in serie, equipaggiato con una coppia di motori V12 Hispano-Suiza 12Xirs e 12Xjrs (a rotazione sinistrorsa e destrorsa) raffreddati a liquido da 790 hp (590 kW) ciascuno. Realizzata in 185 esemplari venne utilizzata dalle forze armate francesi e spagnole.
Potez 541
designazione di un singolo 540 rimotorizzato con una coppia di radiali Gnome-Rhône 14Kdrs da 860 hp (640 kW).
Potez 542
variante derivata dal 540 equipaggiata con una coppia di motori Lorraine 12Hfrs Pétrel da 720 hp (540 kW), realizzata in 74 esemplari trovò impiego in Francia e Spagna.
Potez 543
variante derivata dal 541, equipaggiata con una coppia di radiali Gnome-Rhône 14Kdrs da 860 hp (640 kW). Realizzata in 10 esemplari su commissione della Romania.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Francia Francia
Francia di Vichy Francia di Vichy
Francia libera Francia libera
Italia Italia
Romania Romania
Spagna Spagna

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) The Illustrated Encyclopedia of Aircraft (Part Work 1982-1985), Orbis Publishing, 1985.
  • (FR) Jean-Louis Coroller, Michel Ledet, Serge Jamois, Les avions POTEZ (Histoire de l'Aviation n. 20), Lela Presse, 2008, ISBN 2914017499.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]