Potacchio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Potacchio
Garlic and rosemary.jpg
Aglio e rosmarino, ingredienti essenziali del potacchio
Origini
IPA[po'takkjo]
Altri nomipu'takkjo
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneMarche
DiffusioneItalia
Dettagli
Categoriasecondo piatto
Ingredienti principaliaglio, rosmarino
 

Il potacchio (o putacchio) è una preparazione culinaria tipica delle Marche, una sorta di brasatura che prevede la cottura della vivanda in un intingolo ristretto[1] a base, tradizionalmente, di vino bianco, olio di oliva, aglio, odori (caratteristicamente il rosmarino); a questi ingredienti è stato aggiunto, in tempi più recenti, il pomodoro.
L'etimologia del nome deriverebbe dal francese potage, legato al latino potare, in italiano "bere", (che però indicherebbe preparazione brodosa, e in tale accezione il termine era già utilizzato nel rinascimento[2]) o come diminutivo pultaculum di pultem (preparazione a base di legumi) o, più probabilmente, dal termine germanico pott, che indica il recipiente per la cottura[3].
Tale metodo di cottura viene utilizzato per ricette a base di carne (pollo[4], coniglio[5], agnello) come anche di pesce (coda di rospo[6], stoccafisso, vongole) e verdure (melanzane, patate e pomodori).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marche: tutti i sapori d'italia, su ilgiornaledelcibo.it. URL consultato il 4 dicembre 2013.
  2. ^ Cristoforo di Messisbugo, Libro nuovo nel qual s'insegna il modo d'ordinar Banchetti, Venezia, Lucio Spineda, 1600, p. 92. URL consultato il 4 dicembre 2013.
  3. ^ etimologia di "potaggio", su etimo.it. URL consultato il 2 dicembre 2013.
  4. ^ ricetta del pollo in potacchio, su cucchiaio.it. URL consultato il 2 dicembre 2013.
  5. ^ ricetta del coniglio in potacchio, su cucinare.meglio.it. URL consultato il 2 dicembre 2013.
  6. ^ ricetta della coda di rospo in potacchio, su my-network.it. URL consultato il 2 dicembre 2013.