Pit-Fighter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pit-Fighter
videogioco
Pitfighter.png
Immagine di gioco
Piattaforma Arcade, Amiga, Atari Lynx, Atari ST, Commodore 64, MS-DOS, Game Boy, Mega Drive, Sega Master System, SNES, ZX Spectrum
Data di pubblicazione settembre 1990
Genere Picchiaduro a incontri
Sviluppo Atari
Pubblicazione Atari
Ideazione Gary Stark e Mark Stephen Pierce
Modalità di gioco giocatore singolo, multigiocatore
Periferiche di input tastiera, ludomanopola (joystick)
Supporto dischetto, cartuccia
Specifiche arcade
CPU Atari G1 Hardware,
CPU 68000 @14MHz
M6502 @1,7895 MHz
Processore audio ADSP2105 (@10 MHz)
Schermo Orientamento: orizzontale
tipo: raster
frequenza: 60Hz
Risoluzione 262x240
Periferica di input joystick a 8 direzioni, 3 pulsanti

Pit-Fighter è un videogioco del 1990, sviluppato da Atari originariamente per salegiochi (Arcade) e in seguito sviluppato per parecchi sistemi casalinghi. Si tratta del primo picchiaduro dotato di grafica digitalizzata, che in seguito sarà sfruttata in titoli più celebri come Mortal Kombat e NBA Jam. Il gioco doveva uscire anche per Atari 7800, convertito da Imagitec Design, ma fu abbandonato[1].

Gioco[modifica | modifica wikitesto]

Pit-Fighter è un picchiaduro a incontri, che possono essere giocati da soli (1 contro 1) oppure con altri due giocatori (fino a 3 contro 3). Dopo avere selezionato uno dei tre personaggi (Buzz, Ty o Kato), si affrontano avversari in sequenza; alla conclusione di ogni incontro i giocatori possono guadagnare dei bonus, a seconda della prestazione; ogni tre incontri c'è un Grudge Match, dove ci si scontra contro il personaggio che si usa (un incontro allo specchio); prima dell'incontro finale, se si sta giocando insieme con un avversario umano, ci si scontra uno contro l'altro; il vincitore sfiderà il Lottatore Mascherato.

Durante gli incontri si possono utilizzare oggetti, spesso lanciati dal pubblico, contro l'avversario; c'è anche un potenziatore (power-up) chiamato power pill che permette di aumentare temporaneamente la forza del personaggi; Il pubblico può anche interferire con l'incontro lanciando coltelli.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi selezionabili:

  • Buzz
Grosso lottatore con un passato da wrestler professionista, è il personaggio fisicamente più potente tra quelli selezionabili; le sue tecniche caratteristiche sono il body slam, la testata e il piledriver.
  • Ty
Campione di calciopugilato (kickboxing), fa dell'agilità la propria caratteristica principale; nel repertorio di mosse può vantare un calcio girato, un calcio rotante e un calcio volante.
  • Kato
Cintura nera 3º Dan di arti marziali, è un lottatore molto veloce; tra le sue tecniche annovera una rapida combinazione di pugni, un calcio con capriola e un pugno girato.

Altri personaggi:

  • Executioner
  • Southside Jim
  • C.C. Rider
  • Angel
  • Mad Miles
  • Heavy Metal
  • Chainman Eddie
  • Masked Warrior

Seguiti[modifica | modifica wikitesto]

Non ci sono seguiti ufficiali del gioco; tuttavia, nel 1992 Atari ha commercializzato un gioco tecnicamente simile, intitolato Guardians of the 'Hood: sebbene non sia un picchiaduro a incontri ma a scorrimento, presenta diverse somiglianze con Pit-Fighter; un seguito intitolato Pit Fighter II era stato pianificato, ma mai distribuito: non doveva essere un seguito vero e proprio, bensì una versione migliorata per Sega Megadrive.

Cast di Pit-Fighter[modifica | modifica wikitesto]

  • Buzz: Bill Chase
  • Ty: Marc Williams
  • Kato: Glenn Fratticelli
  • Executioner: John Aguire
  • Southside Jim: James Thompson
  • Chainman Eddie: Eddie Venancio
  • Mad Miles: Miles McGowan
  • Heavy Metal: Kim Rhodes
  • C.C. Rider: Rich Vargas
  • Angel: Angela Stellato
  • Masked Warrior: Bill McAleenan
  • Knife Woman: Dianne Bertucci
  • Knife Man: Milt Loper
  • Finale Women: Tina Scyrater, Maria Lenytzkyj

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi