Piero Farabollini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Piero Farabollini
Piero-farabollini.jpg

Commissario straordinario di Governo alla ricostruzione delle aree colpite
dal terremoto del Centro Italia del 2016 e del 2017
Durata mandato 4 ottobre 2018 –
14 febbraio 2020
Capo del governo Giuseppe Conte
Predecessore Paola De Micheli
Successore Giovanni Legnini

Dati generali
Titolo di studio Laurea in scienze geologiche
Università Università degli Studi di Camerino
Professione Geologo, docente universitario

Piero Farabolini (Treia, 1º gennaio 1960) è un geologo italiano.

Dal 4 ottobre 2018 al 14 febbraio 2020 è stato il Commissario Straordinario di Governo alla ricostruzione per le zone del terremoto del 2016 e 2017.[1][2]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essere stato referente scientifico per il C.N.R. è divenuto Presidente dell'Ordine dei Geologi delle Marche, ed è anche intervenuto in varie occasioni riguardo al sisma che ha colpito il Centro Italia anche in qualità di Presidente di molti comitati scientifici. Il 4 ottobre 2018 viene annunciata la sua nomina a Commissario straordinario dal Vice Presidente del Consiglio Luigi Di Maio, mantenendo l'incarico fino al 14 febbraio 2020.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Farabollini commissario ricostruzione - Ultima Ora, in ANSA.it, 4 ottobre 2018. URL consultato il 4 ottobre 2018.
  2. ^ Sisma Centro Italia, Giovanni Legnini Commissario alla ricostruzione, in ilcapoluogo.it, 14 febbraio 2020. URL consultato il 15 febbraio 2020.
Controllo di autoritàORCID (EN0000-0003-2414-2938