Phalaenopsis lobbii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Phalaenopsis lobbii
Phalaenopsis lobbii Orchi 027.jpg
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Sottoclasse Liliidae
Ordine Orchidales
Famiglia Orchidaceae
Sottofamiglia Epidendroideae
Tribù Vandeae
Sottotribù Aeridinae
Genere Phalaenopsis
Specie P. lobbii
Classificazione APG
Ordine Asparagales
Famiglia Orchidaceae
Nomenclatura binomiale
Phalaenopsis lobbii
(Rchb.f.) H.R.Sweet, 1980
Sinonimi

vedi testo[1]

Phalaenopsis lobbii (Rchb.f.) H.R.Sweet, 1980 è una pianta della famiglia delle Orchidaceae originaria di una vasta zona che va dalla catena Himalayana al Sudest asiatico[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È un'orchidea di piccola taglia, spesso nana, a comportamento epifita, come tutte le specie del genere Phalaenopsis a crescita monopodiale. Presenta un corto fusto portante foglie a forma largamente ellittica, lunghe in media da 4 a 6 centimetri. La fioritura avviene normalmente in primavera, mediante un'infiorescenza racemosa o raramente paniculata che aggetta lateralmente, lunga una decina di centimetri, ricoperta da piccole brattee floreali, portante da 3 a 7 fiori. Questi sono grandi in media 2 centimetri, si aprono sequenzialmente e sono di colore bianco in petali e sepali (i petali sono più piccoli dei sepali), mentre il labello è relativamente grande e reca strisce di colore da rosso cupo a marroncino[2].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie è originaria dell'Asia, in particolare dell'Himalaya orientale, nord-est dell'India (Assam e Sikkim), Bhutan, Myanmar e Vietnam, dove cresce epifita o in foreste pedemontane e di pianura su alberi dalla corteccia rugosa e ricoperta di muschio oppure in foreste miste di latifoglie e conifere, su vecchi alberi coperti di muschio a quote comprese tra 400 e 1200 metri di sul livello del mare[2].

Sinonimi[modifica | modifica wikitesto]

Phalaenopsis parishii var. lobbii Rchb.f., 1870
Phalaenopsis decumbens var. lobbii (Rchb.f.) P.F.Hunt, 1971
Polychilos lobbii (Rchb.f.) Shim, 1982
Doritis lobbii (Rchb.f.) T.Yukawa & K.Kita, 2005
Phalaenopsis listeri E.S.Berk., 1887
Phalaenopsis parishii f. flava O.Gruss & Roellke, 1992
Phalaenopsis lobbii f. flava Christenson, 2001
Phalaenopsis lobbii f. flavilabia Christenson, 2001
Doritis lobbii f. flava (O.Gruss & Roellke ex Christenson) T.Yukawa & K.Kita, 2005
Doritis lobbii f. flavilabia (Christenson) T.Yukawa & K.Kita, 2005
Phalaenopsis lobbii var. vietnamensis O.Gruss & Roeth, 2006

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Questa pianta è bene coltivata in panieri appesi, su supporto di sughero oppure su felci arboree e richiede in coltura esposizione all'ombra, temendo la luce diretta del sole, e temperature calde per tutto il corso dell'anno. È consigliabile ridurre le irrigazioni tra novembre e metà di gennaio. In coltura questa pianta fiorisce prevalentemente in primavera e può fiorire più volte in un anno[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Phalaenopsis lobbii, in World Checklist of Orchidaceae, Board of Trustees of the Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 24 giugno 2014.
  2. ^ a b c Phalaenopsis lobbii, in Internet Orchid Species Photo Encyclopedia. URL consultato il 24 giugno 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]