Pfalz E.I

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pfalz E.I
Pfalz E.I - Ray Wagner Collection Image (20818591033).jpg
Un Pfalz E.I
Descrizione
Tipoaereo da caccia
Equipaggio1
CostruttoreGermania Pfalz
Data primo volo1915
Data entrata in servizio1915
Utilizzatore principaleGermania Luftstreitkräfte
Esemplari45
Sviluppato dalMorane-Saulnier Type H
Altre variantiPfalz E.II
Dimensioni e pesi
Lunghezza6,30 m
Apertura alare9,26 m
Altezza2,55 m
Superficie alare14,00
Peso a vuoto345 kg
Peso carico535 kg
Propulsione
Motoreun Oberursel U.0
Potenza80 PS (59 kW)
Prestazioni
Velocità max145 km/h
Velocità di crociera121 km/h
Velocità di salita267 m/min
Autonomia1 h
Tangenza3 890 m
Armamento
Mitragliatriciuna LMG 08/15 calibro 7,92 mm

i dati sono estratti da Уголок неба[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Pfalz E.I fu un caccia monoposto monoplano ad ala media sviluppato dall'azienda tedesco imperiale Pfalz-Flugzeugwerke GmbH negli anni dieci del XX secolo.

Sviluppo del francese Morane-Saulnier Type H da turismo sportivo che l'azienda tedesca produceva su licenza, venne introdotto nel 1915 come equipaggiamento dei primi reparti da caccia (Jasta) della Luftstreitkräfte, la componente aerea del Deutsches Heer (l'esercito imperiale tedesco), durante le fasi iniziali della Prima guerra mondiale.

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

Il successo ottenuto dall'applicazione di un sincronizzatore, dispositivo meccanico perfezionato da Anthony Fokker sull'esame di un analogo dispositivo applicato ad un velivolo nemico costretto ad un atterraggio forzato in territorio tedesco, che consentiva di sparare con una mitragliatrice attraverso il disco dell'elica senza che questa subisse danni, sul Fokker M.5, permise di creare una nuova classe di velivoli, identificati dall'Idflieg come E-Typ (da Eindecker, monoplano) destinati al ruolo di caccia.

Le specifiche emesse vennero recepite tra le altre dalla Pfalz-Flugzeugwerke che avviò uno sviluppo del Morane-Saulnier H, modello di concezione francese destinato al mercato dell'aviazione generale, del quale aveva acquisito una licenza di produzione per il territorio tedesco.

Dopo una fase iniziale in cui venne utilizzato nel ruolo di aereo da ricognizione disarmato, ottenuto il sincronizzatore il modello Pfalz, leggermente modificato rispetto ai progetti originali, venne valutato positivamente dalla commissione esaminatrice Idflieg ed identificato come E.I, primo cioè dei monoplani da caccia sviluppati dall'azienda tedesca.[2]

In volo il modello non era di facile controllo tanto che ebbe sia detrattori che estimatori. Tra i primi Hellmuth Hirth, figura conosciuta in ambito aeronautico per la sua frequentazione nei circoli di volo prima dello scoppio del conflitto, che rischiò la corte marziale per il suo ostinato rifiuto di mettersi ai comandi dell'E.I, tra i secondi l'asso dell'aviazione Otto Kissenberth.[2]

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Austria-Ungheria Austria-Ungheria
Germania Germania

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (RU) Siemens-Pfalz E.I, in Уголок неба, http://www.airwar.ru. URL consultato il 28 luglio 2012.
  2. ^ a b (EN) Peter Gray, Owen Thetford, German Aircraft of the First World War, Londra, Putnam, 1962, ISBN 0-93385-271-1.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Peter Gray, Owen Thetford, German Aircraft of the First World War, Londra, Putnam, 1962, ISBN 0-93385-271-1.
  • (EN) William Green, Gordon Swanborough, The Complete Book of Fighters: An Illustrated Encyclopedia of Every Fighter Aircraft Built and Flown, New York, Smithmark Publishers, 1994, ISBN 0-8317-3939-8.
  • (EN) Jack Herris, Pflaz Aircraft of World War I, Boulder, Colorado, Flying Machines Press, 2001, ISBN 1-891268-15-5.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]