Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Bharatiya Janata Party

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Partito Popolare Indiano)
Jump to navigation Jump to search
Partito Popolare Indiano
Bharatiya Janata
भारतीय राष्ट्रीय कांग्रेस
Lotus BJP Symbol.svg
PresidenteAmit Shah
StatoIndia India
Sede11 Ashoka Road,
New Delhi, 110001, New Delhi
Fondazione1980
IdeologiaNazionalismo indiano,[1][2][3]
Conservatorismo sociale,[4]
Conservatorismo liberale,
Umanesimo integrale[3][5]
CollocazioneDestra
CoalizioneAlleanza Democratica Nazionale (NDA)
Seggi Lok Sabha
272 / 545
Seggi Rajya Sabha
58 / 245
TestataKamal Sandesh
Organizzazione giovanileFronte Popolare Giovanile Indiano
Iscritti110 000 000
Sito web(EN) Il sito ufficiale

Il Partito del Popolo Indiano (hindi: भारतीय जनता पार्टी [भाजपा], Bharatiya Janata Party , BJP), è un partito politico dell'India.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondato nel 1980, è il maggior partito conservatore del Paese, fautore di una politica nazionalista e di difesa dell'identità induista.

Ha governato il Paese, in una coalizione che comprendeva anche altri partiti, tra il 1998 e il 2004, con Atal Bihari Vajpayee come premier. È stato il maggior partito di opposizione al Partito del Congresso Indiano di Sonia Gandhi fino alle Elezioni parlamentari in India del 2014 . Dal 26 maggio 2014 il proprio leader Narendra Modi è divenuto primo ministro indiano.

Da non confondere con la più piccola formazione del Partito Popolare del miliardario Vijay Mallya.

Il Partito del Popolo Indiano (Bharatiya Janata Party) è il primo partito al mondo per numero di iscritti, con un totale di 110 milioni di tesserati.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Christophe Jaffrelot, Hindu Nationalism: A reader, Princeton University Press, 2007, p. 20.
  2. ^ John Zavos, The shapes of Hindu nationalism, in Coalition Politics And Hindu Nationalism, Routledge, 2005, p. 36.
  3. ^ a b Philosophy - Bhartiya Janta Party | BJP Philosophy | Integral Humanism | Hindutva Archiviato il 1º gennaio 2014, in Internet Archive.. Bjpindia.in. Retrieved on 2013-07-12.
  4. ^ Ashutosh Varshney, The right turn for BJP, in The Indian Express, 25 giugno 2012. URL consultato il 1º gennaio 2013.
  5. ^ Integral Humanism and the BJP. Centreright.in. Retrieved on 2013-07-12.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti[modifica | modifica wikitesto]

ilfoglio.it, http://www.ilfoglio.it/esteri/2015/03/30/india-modi-supera-persino-i-comunisti-cinesi___1-v-127197-rubriche_c177.htm.

Controllo di autoritàVIAF (EN158301849 · ISNI (EN0000 0001 0709 882X · GND (DE5026822-3
India Portale India: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di India