Partito Comunista d'India (Marxista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Partito Comunista d'India (Marxista)
(HI) भारत की कम्युनिस्ट पार्टी (मार्क्सवादी)
Bhārat kī Kamyunisṭ Pārṭī (Mārksvādī)
(EN) Communist Party of India (Marxist)
CPI-M-flag.svg
SegretarioSitaram Yechury
StatoIndia India
SedeNuova Delhi
Fondazione7 novembre 1964
IdeologiaComunismo,
Marxismo-leninismo
CollocazioneSinistra
CoalizioneFronte di Sinistra
Seggi Lok Sabha
9 / 545
Seggi Rajya Sabha
5 / 245
TestataPeople's Democracy
Iscritti1048678 (2016)
Colorirosso, bianco
Sito web
Congresso del Partito Comunista dell'India (Marxista), 2005.

Il Partito Comunista d'India (Marxista) (in hindi भारत की कम्युनिस्ट पार्टी (मार्क्सवादी), Bhārat kī Kamyunisṭ Pārṭī (Mārksvādī)(in inglese Communist Party of India (Marxist), CPI(M) o CPM) è un partito politico indiano di ideologia marxista-leninista. Si oppone al capitalismo, alla globalizzazione e all'imperialismo.

Nato nel 1964 da una scissione del Partito Comunista d'India, è particolarmente forte negli Stati del Kerala, del Bengala Occidentale e del Tripura, dove (anno 2007) governa a livello locale. Nel 2009 il partito dichiarava 1 042 287 membri[1], nel 2016 dichiarava 1 048 678 membri[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ About Us, su cpim.org (archiviato dall'url originale il 16 gennaio 2013).
  2. ^ About Us, CPM, 2016. URL consultato il 27 aprile 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0000 9112 4105 · GND (DE5029039-3