Partecipazione al voto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Votanti in coda fuori da un seggio a Baghdad, in occasione delle elezioni legislative irachene del 2005.

Con partecipazione al voto si intende quanti, tra gli aventi diritto al voto, esprimono un voto in una elezione o chiamata referendaria; corrisponde cioè alla frazione del corpo elettorale complementare a quella che decide di astenersi.[1]

La partecipazione al voto varia molto da nazione a nazione, in funzione di fattori giuridico-istituzionali (ad esempio l'obbligatorietà del voto in taluni Paesi), socio-economici, tecnologici e logistici.

Nelle democrazie occidentali, dal 1980 ad oggi si assiste ad una generale diminuzione della partecipazione al voto.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Astensionismo, su Dizionario storico della Svizzera. URL consultato il 6 gennaio 2021.
  2. ^ Richard G. Niemi, Herbert F. Weisberg, Controversies in voting behavior, CQ Press, 2001.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]