Parma (scudo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ricostruzione di un cavaliere romano con una parma
Un signifer equipaggiato con una parma

Parma o parmula era un tipo di scudo rotondo o ellittico usato dall'esercito Romano, specialmente durante il tardo periodo Imperiale.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Misurava 1 metro o meno e l'intelaiatura era in ferro. Nella parte frontale vi era un umbone metallico con funzione di rinforzo e a protezione della mano che sosteneva la parma.

Usi militari[modifica | modifica wikitesto]

Era usata inizialmente dai velites, poi principalmente dalla cavalleria e dalla fanteria ausiliarie, i legionari preferivano il più pesante e più protettivo scutum. Era caratteristica del signifer, il portainsegne.

Nell'Eneide di Virgilio, lo scudo parma è citato come lo strumento di difesa usato dai Troiani durante la guerra di Troia nei combattimenti contro i Greci e più tardi contro i Rutuli.

Altri usi[modifica | modifica wikitesto]

Faceva parte dell'equipaggiamento tipico del gladiatore trace.

Nella danza pirrica era alzata sopra la testa e colpita da una spada in modo da emettere un forte suono metallico.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Esercito romano Portale Esercito romano: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di esercito romano