Paedophryne amauensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Paedophryne amauensis
Paratype of Paedophryne amauensis (LSUMZ 95004).png
Paratipo di Paedophryne amauensis
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Amphibia
Sottoclasse Lissamphibia
Ordine Anura
Famiglia Microhylidae
Sottofamiglia Asterophryinae
Genere Paedophryne
Specie P. amauensis
Nomenclatura binomiale
Paedophryne amauensis
Rittmeyer et al., 2012
Areale

Map of Paedophryne localities 2.png Distribuzione geografica delle sei specie attualmente conosciute del genere Paedophryne

     Areale di Paedophryne amauensis

Paedophryne amauensis Rittmeyer et al., 2012 è una rana della famiglia Microhylidae, endemica della Papua Nuova Guinea[1], scoperta nell'agosto 2009 e caratterizzata formalmente nel gennaio 2012, attraverso una pubblicazione sulla rivista scientifica PLoS ONE[2], che con i suoi 7,7 mm di lunghezza risulta essere il vertebrato più piccolo finora scoperto[3]. La rana fu scoperta da un erpetologo dell'Università della Louisiana, Cristopher Austin e da uno studente Eric Rittmeyer durante una spedizione per studiare la biodiversità in Papua Nuova Guinea.[4]. La caratterizzazione ufficiale è avvenuta contemporaneamente a quella di un'altra minuscola rana, la Paedophryne swiftorum scoperta sempre in Papua Nuova Guinea, che misura circa 8,6 mm[5].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Immagine ai raggi X di paratipo di Paedophryne amauensis

Paedophryne amauensis con i suoi 7,7 mm di lunghezza è il vertebrato più piccolo al mondo, superando di soli 2 mm il precedente primato di una carpa, la Paedocypris progenetica endemica dell'Indonesia[6]. Lo scheletro è decisamente ridotto, è formato infatti da sette vertebre presacrali[7].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Il ciclo vitale non include alcuno stadio larvale; in questa specie infatti, dopo la schiusa delle uova, si ottengono degli adulti in miniatura. Gli adulti sono crepuscolari e si nutrono di piccoli invertebrati. Sono in grado di saltare 30 volte la lunghezza del loro corpo[7].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Così come tutte le specie di Paedophryne vive tra le foglie caduche in foreste tropicali. La nuova specie è endemica della Papua Nuova Guinea così come le altre sei specie appartenenti al genere Paedophryne; in particolare è stata trovata vicino al villaggio di Amau, nella Provincia centrale, dal quale poi ha preso il nome amauensis.[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Frost D.R. et al., Paedophryne amauensis, in Amphibian Species of the World: an Online Reference. Version 6.0, New York, American Museum of Natural History, 2014. URL consultato il 17 ottobre 2014.
  2. ^ (EN) R. Black, World's smallest frog discovered, BBC News, 11 gennaio 2012. URL consultato il 12 gennaio 2012.
  3. ^ (EN) World's tiniest frogs found in Papua New Guinea, in The Australian, 12 gennaio 2012. URL consultato l'11 gennaio 2012.
  4. ^ (EN) Tiny frog claimed as world's smallest vertebrate, su guardian.co.uk. URL consultato il 13 luglio 2013.
  5. ^ È una rana il vertebrato più piccolo del mondo, su nationalgeographic.it. URL consultato il 13 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 18 luglio 2013).
  6. ^ (ES) Hallan en Papúa Nueva Guinea a las ranas más pequeñas del mundo, eluniverso.com. URL consultato il 12 gennaio 2012.
  7. ^ a b (EN) P. amauensis, su gowti93.blogspot.it. URL consultato il 13 luglio 2013.
  8. ^ Eric N. Rittmeyer, Allen Allison, Michael C. Gründler, Derrick K. Thompson e Christopher C. Austin, Ecological guild evolution and the discovery of the world's smallest vertebrate, in William J. Etges (a cura di), PLoS ONE, vol. 7, nº 1, Public Library of Science, 2012, pp. e29797, DOI:10.1371/journal.pone.0029797, PMC 3256195, PMID 22253785. URL consultato l'11 gennaio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anfibi Portale Anfibi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anfibi