Pablo de Sarasate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pablo de Sarasate

Pablo Martín Melitón de Sarasate y Nevascués (Pamplona, 10 marzo 1844Biarritz, 20 settembre 1908) è stato un violinista e compositore spagnolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studiò a Madrid e Parigi ed esordì come violinista a Londra a soli diciassette anni, iniziando da quel momento una carriera folgorante.

Aveva un repertorio brillante composto di capricci, parafrasi, danze e attingeva da temi popolari che variava. Anche le sue doti comunicative, unite ad una padronanza tecnica fuori del comune, concorsero alla sua fama che fu universale.

Tenne a battesimo e fu dedicatario di vari capisaldi della letteratura violinistica: tra cui la Symphonie Espagnole di Édouard Lalo (che gli dedicò numerosi altri suoi lavori), la Schottische Phantasie di Bruch (che gli dedicò anche il suo Concerto per violino e orchestra n. 2), Introduzione e Rondò Capriccioso e il Concerto per violino e orchestra n. 3 di Camille Saint-Saens (che a Sarasate aveva dedicato anche il suo Concerto per violino n. 1).

Suonò due violini Stradivari: il Boissier (1713, oggi di proprietà del Conservatorio Reale di Madrid) e il Sarasate (1724), che da lui ha preso il nome ed è oggi conservato alla Cité de la Musique di Parigi.[1][2]

Come compositore scrisse opere virtuosistiche per violino, che sono tuttora presenti nel repertorio violinistico più comune. Tra questi i più popolari sono:

  • Zigeunerweisen op. 20
  • Danzas Españolas op. 21, 22, 23, 26
  • Caprice Basque op. 24
  • Fantasia sull'opera Carmen op. 25
  • Serenata Andalusa op. 28
  • Introduzione e Tarantella op. 43

Composizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Fantasia capriccio, per violino e pianoforte
  • Los pájaros de Chile, per violino e pianoforte
  • Souvenir de Faust, per violino e pianoforte
  • Fantasia su La forza del destino, per violino e pianoforte, Parigi, 1876
  • Omaggio a Rossini, per violino e pianoforte
  • La dame blanche de Boieldieu, per violino e orchestra
  • Réverie, per violino e pianoforte
  • Fantasia su Roméo et Juliette, per violino e pianoforte
  • Capriccio su Mireille, per violino e pianoforte
  • Confidences, per violino e pianoforte
  • Souvenir de Domont, per violino e pianoforte
  • Les Adieux, per violino e pianoforte
  • Sérénade Andalouse, per violino e pianoforte
  • Le sommeil, per violino e pianoforte
  • Moscovienne, per violino e pianoforte
  • Nuova Fantasia su Faust, per violino e orchestra
  • Fantasia su Il franco cacciatore, per violino e orchestra, Parigi, 1874
  • Mosaíque de Zampa, per violino e pianoforte
  • Gavota on Mignon, per violino e pianoforte
  • Priére et Berceuse, per violino e pianoforte, Parigi, 1870
  • Airs espagnols, per violino e pianoforte
  • Fantasia su Martha, per violino e pianoforte, Parigi, 1876
  • Zigeunerweisen, per violino e orchestra, Lipsia, 1878
  • Malagueña y Habanera, per violino e pianoforte, Berlino, 1878
  • Romanza andaluza y jota navarra, per violino e pianoforte, Berlino, 1879
  • Playera y zapateado, per violino e pianoforte, Berlino, 1880
  • Capricho vasco, per violino e pianoforte, Lipsia, 1881
  • Fantasia su Carmen, per violino e orchestra, Parigi, 1883
  • Vito y habanera, per violino e pianoforte, Berlino, 1882
  • Jota aragonesa, per violino e pianoforte, Lipsia, 1883
  • Serenata andaluza, per violino e pianoforte, Berlino, 1883
  • El canto del ruiseñor, per violino e orchestra, Berlino, 1885
  • Bolero, per violino e pianoforte, Berlino, 1885
  • Balada, per violino e pianoforte
  • Muñeira, per violino e orchestra, Lipsia, 1885
  • Navarra, per violino e orchestra, Berlino, 1889
  • Airs Écossais, per violino e orchestra, Berlino, 1892
  • Fantasía en sapo Reina, per violino e pianoforte, Berlino, 1894
  • Jota de San Fermín, per violino e pianoforte, Berlino, 1896
  • Zortzico Adiós montañas mías, per violino e pianoforte, |Magonza, 1896
  • Viva Sevilla!, per violino e orchestra, Berlino, 1896
  • Zortzico de Iparraguirre, per violino e pianoforte, Berlino, 1898
  • Introduction et fandango varié, per violino e pianoforte, Berlino, 1898
  • Introduction et caprice-jota, per violino e orchestra, Lipsia, 1899
  • Zortzico Miramar, per violino e orchestra, Lipsia, 1899
  • Introduction et tarantelle, per violino e orchestra, Lipsia, 1899
  • La chase, per violino e orchestra, Lipsia, 1901
  • Nocturno - Serenata, per violino e orchestra, Lipsia, 1901
  • Gondoliéra Veneziana, per violino e pianoforte, Lipsia, 1902
  • Melodía rumana, per violino e pianoforte, Berlino, 1901
  • L'Esprit Follet, per violino e orchestra
  • Canciones rusas, per violino e orchestra
  • Jota de Pamplona, per violino e orchestra, Lipsia, 1904
  • Fantasia su Don Giovanni, per violino e pianoforte, Parigi, 1874
  • Jota de Pablo, per violino e orchestra
  • La Rève, per violino e pianoforte, Lipsia, 1909
  • Fantasia su Il flauto magico, per violino e orchestra

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze spagnole[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine di Carlo III - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Carlo III
— 1861
Commendatore dell'Ordine di Isabella la Cattolica - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine di Isabella la Cattolica
— 1880
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica
— 1886
Gran Croce dell'Ordine civile di Alfonso XII (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine civile di Alfonso XII (Spagna)
— 4 ottobre 1907[3]

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine di Leopoldo (Belgio) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Leopoldo (Belgio)
— 1895
Cavaliere dell'Ordine della Legion d'onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Legion d'onore (Francia)
— 1892
Ufficiale dell'Ordine della Legion d'onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine della Legion d'onore (Francia)
— 1902
Medaglia al merito (Meclemburgo-Schwerin) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia al merito (Meclemburgo-Schwerin)
— 1882
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della corona del Württemberg (Regno del Württemberg) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della corona del Württemberg (Regno del Württemberg)
— 1882
Cavaliere dell'Ordine della Corona (Regno di Romania) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Corona (Regno di Romania)
— 1902
Cavaliere dell'Ordine reale di Alberto di Sassonia (Regno di Sassonia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine reale di Alberto di Sassonia (Regno di Sassonia)
— 1893

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Charles Aznavour, nella canzone Comme ils disent, parla di una Rue Sarasate, facendo riferimento proprio alla via di Parigi che prende il nome da Pablo de Sarasate.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Antonio Stradivari, Violin, Cremona, 1713, the 'Boissier' | Tarisio, su tarisio.com. URL consultato il 12 ottobre 2019.
  2. ^ (EN) Antonio Stradivari, Violin, Cremona, 1724, the 'Sarasate' | Tarisio, su tarisio.com. URL consultato il 12 ottobre 2019.
  3. ^ Gaceta de Madrid n° 277 del 4 ottobre 1907, pagina 42.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Boris Schwarz, Pablo de Sarasate, in Great Masters of the Violin: From Corelli and Vivaldi to Stern, Zukerman and Perlman, London, Robert Hale, 1983, pp. 235-242
  • Roberto Cognazzo, voce Sarasate y Nevascués, Pablo Martín Melitón de, in Dizionario Enciclopedico Universale della Musica e dei Musicisti (diretto da Alberto Basso), Utet, Torino, Le Biografie, Vol. VI, 1988, p. 578
  • Luis Gracia Iberni, Pablo Sarasate, Madrid, Instituto Complutense de Ciencias Musicales, 1994
  • Boris Schwarz e Robin Stowell, Pablo de Sarasate, New Grove Dictionary of Music and Musicians, 2001

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN17408844 · ISNI (EN0000 0001 2122 5629 · LCCN (ENn80122953 · GND (DE116805455 · BNF (FRcb13899405t (data) · NDL (ENJA00552052 · WorldCat Identities (ENn80-122953