Oliva Ascolana del Piceno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Oliva Ascolana del Piceno
Cueillette-olives-vertes.jpg
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioniMarche
Abruzzo
Dettagli
Categoriaortofrutticolo
RiconoscimentoD.O.P.
SettoreOrtofrutticoli e cereali
ProvvedimentoReg. CE n. 1855 del 14.11.05 (GUCE L. 297 del 15.11.05)

Oliva Ascolana del Piceno (DOP) è un prodotto ortofrutticolo italiano a denominazione di origine protetta. La denominazione Oliva Ascolana del Piceno si riferisce sia alle olive in salamoia sia a quelle ripiene prodotte nel Piceno a partire dalla varietà colturale d'olivo Ascolana Tenera. Il prodotto ha ottenuto la denominazione di origine protetta nel 2005 e nel 2018 è stato istituito un apposito consorzio per la sua tutela e valorizzazione[1].

Zona di produzione[modifica | modifica wikitesto]

Zona di produzione dell'Oliva Ascolana del Piceno DOP

Per avere la denominazione Oliva Ascolana del Piceno le olive in salamoia o ripiene devono essere prodotte in un'area che comprende gran parte delle provincie di Ascoli Piceno e Fermo e parte della Provincia di Teramo. In particolare sono indicate per la produzione le zone con un'altitudine variabile tra i 20 e i 500 m sul livello del mare, con un tipo di terreno dal calcareo-argilloso all'arenaceo con pH mediamente sub-alcalino.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Per rientrare nella categoria DOP, il prodotto finito deve rispettare i parametri stabiliti dal Regolamento Comunitario n. 510/2006 ed indicati dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali nel suo apposito disciplinare di produzione[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]