Ocotea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ocotea
Ocotea lancifolia (Schott) Mez - Flickr - Alex Popovkin, Bahia, Brazil (25).jpg
Ocotea lancifolia
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Magnoliidae
Ordine Laurales
Famiglia Lauraceae
Genere Ocotea
Aubl.
Specie

Ocotea Aubl. è un genere di piante della famiglia delle Lauracee.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il genere comprende arbusti o alberi, alcuni di considerevole altezza, dotati di foglie coriacee, comunemente di colore verde brillante, che producono oli aromatici.

I fiori possono essere sia unisessuali, come nella maggior parte delle specie del Nuovo Mondo, che ermafroditi, come nelle specie africane.

I frutti sono delle bacche globose o oblunghe, dotate di una piccola cupola.[2]

Ecologia[modifica | modifica wikitesto]

I frutti di molte specie di Ocotea fungono da nutrimento per diversi uccelli frugivori, che svolgono un ruolo importante nella dispersione dei semi[3][4], come il campanaro dalle tre caruncole (Procnias tricarunculatus), il quetzal (Pharomachrus mocinno), il pappagallo del Capo (Poicephalus robustus), i tucani, e numerose specie di columbiformi come la colomba di Madera (Columba trocaz), la colomba di Delegorgue (Columba delegorguei), la colomba di Bolle (Columba bollii), il piccione oliva africano (Columba arquatrix).[5][6][7]

Alcune specie di Ocotea fungono da pianta nutrice per i bruchi di numerose specie di lepidotteri.[8] Altre specie sono mirmecofile, cioè offrono ospitalità a colonie di formiche, che in cambio difendono la pianta da parassiti e insetti nocivi.[9]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La maggior parte delle specie sono distribuite nelle regioni tropicali e subtropicali delle Americhe, inclusi i Caraibi[10][11]; alcune specie sono presenti in Africa, in Madagascar e nelle isole Mascarene[12][13]; una specie (O. foetens) è nativa della Macaronesia (Canarie e Madeira).[14].

Popolano in prevalenza habitat tropicali montani come la foresta umida di Araucaria, la laurisilva o le zone afromontane, sebbene in Madagascar e in Brasile possano svilupparsi anche a quote più basse.[15]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Specie di Ocotea.

Il genere comprende oltre 400 specie.[1]

Alcune specie[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Ocotea, su The Plant List. URL consultato il 29 gennaio 2019.
  2. ^ (EN) Henk van der Werff, A synopsis of Ocotea (Lauraceae) in Central America and Southern Mexico, in Annals of the Missouri Botanical Garden, vol. 89, nº 3, 2002, pp. 429–451.
  3. ^ (EN) Gibson J.P., Wheelwright N.T., Genetic structure in a population of a tropical tree Ocotea tenera (Lauraceae): influence of avian seed dispersal (PDF), in Oecologia, vol. 103, nº 1, 1995, pp. 49–54, DOI:10.1007/BF00328424.
  4. ^ (EN) Guimarães A. & Olmeda C., Management of Natura 2000 habitats - Macaronesian laurel forests (Laurus, Ocotea) (PDF), su ec.europa.eu, 2008.
  5. ^ (EN) Gibbs D., Pigeons and Doves: a Guide to the Pigeons and Doves of the World, A&C Black, 2010, ISBN 9781408135563.
  6. ^ (EN) Ocotea bullata, su Plantzafrica. URL consultato il 30 gennaio 2019.
  7. ^ (EN) Oliveira P., Marrero P., Nogales N., Diet of the endemic Madeira laurel pigeon and fruit resource availability: a study using microhistological analyses, in The Condor, vol. 104, nº 4, 2002, pp. 811–822, DOI:10.1650/0010-5422(2002)104[0811:doteml]2.0.co;2.
  8. ^ (EN) Ocotea, su HOSTS - a Database of the World's Lepidopteran Hostplants, Natural History Museum, London.
  9. ^ (EN) Stout J., An association of an ant, a mealy bug, and an understory tree from a Costa Rican rain forest, in Biotropica, vol. 11, nº 4, 1979, pp. 309–311.
  10. ^ (EN) Henk van der Werff, A synopsis of Ocotea (Lauraceae) in Central America and Southern Mexico, in Annals of the Missouri Botanical Garden, vol. 89, nº 3, 2002, pp. 429–451.
  11. ^ (EN) Liogier A.H., Martorell L.F., Flora of Puerto Rico and Adjacent Islands: a Systematic Synopsis, 2000, ISBN 9780847703692.
  12. ^ (EN) Henk van der Werff, Ocotea ikonyokpe, a new species of Lauraceae from Cameroon, in Novon, vol. 6, nº 4, 1996, pp. 460–462.
  13. ^ (EN) Kostermans A.J., Marais W., Ocotea (Lauraceae) in the Mascarene Islands, H.M. Stationery Office, 1979.
  14. ^ (EN) World Conservation Monitoring Centre 1998, Ocotea foetens, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2018.2, IUCN, 2018.
  15. ^ (DEEN) Rohwer J.G., Prodromus einer Monographie der Gattung Ocotea Aubl. (Lauraceae), sensu lato, 1986.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica