Occidente solitario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Occidente solitario
Opera teatrale in due atti
AutoreMartin McDonagh
Titolo originaleThe Lonesome West
Lingua originaleInglese
GenereDramma
Pubblicato nel1997
Prima assoluta10 giugno 1997
Town Hall Theatre, Galway
Prima rappresentazione italiana23 novembre 2004
Teatro Vascello, Roma
Personaggi
  • Coleman Connor
  • Valene Connor
  • Padre Welsh
  • Kelleher, ragazza di 17 anni
 

Occidente solitario è un dramma in due atti del 1997 del drammaturgo inglese, ma di famiglia e tradizione irlandese, Martin McDonagh. È la terza parte della Trilogia di Leenane.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Narra dell'eterno conflitto di due fratelli irlandesi. Gli abissi del loro reciproco astio e delle loro colpe non possono essere redenti neanche dal suicidio del reverendo alcolizzato padre Welsh che, prima di morire, scrive loro una lettera invitandoli a riconciliarsi.

Rappresentazioni[modifica | modifica wikitesto]

La prima rappresentazione, coprodotta dalla Druid Theatre Company di Galway e dal Royal Court Theatre di Londra, è andata in scena dal 10 giugno 1997 al Town Hall Theatre di Galway e successivamente dal 19 luglio 1997 al Royal Court Theatre di Londra, per la regia di Garry Hynes, con Brían F. O'Byrne (Valene), Maelíosa Stafford (Coleman), David Ganly (Padre Welsh), Dawn Bradfield (Kelleher)[1].

La prima rappresentazione a Broadway è avvenuta al Lyceum Theatre dal 27 aprile 1999, stessa regia e stessi interpreti di Galway e Londra[2].

Rappresentazioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

La prima rappresentazione italiana è stata nel 2004 al Teatro Vascello di Roma, regia di Pierpaolo Sepe, con Giovanni Costantino, Paolo Sassanelli, Paolo Zuccari, Carolina Levi[3].

È stato riproposto nel 2012, al Teatro Ambra Jovinelli di Roma, dalla compagnia Gli Ipocriti, regia di Juan Diego Puerta López, con Claudio Santamaria, Filippo Nigro, Nicole Murgia e Massimo De Santis[4].

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Martin McDonagh, Occidente solitario, traduzione di L. Scarlini, Arcadia & Ricono, 2012, ISBN 978-8890377945

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Kate Dorney & Frances Gray, Played in Britain: Modern Theatre in 100 Plays, Bloomsbury, 2013, p. 176. The Lonesome West su books.google.it
  2. ^ The Lonesome West su Internet Broadway Database
  3. ^ Corriere della Sera, 23 novembre 2004, p. 63
  4. ^ Franco Cordelli, Fratelli contro in salsa «irish», Corriere della Sera, 18 marzo 2012, p. 37

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di teatro