Newton (rivista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Newton
Stato Italia Italia
Lingua italiano
Periodicità mensile
Genere divulgazione scientifica
Fondazione 1997
Chiusura 2008 (prima volta)
2012 (seconda volta)
Sede via Rizzoli 2, Milano
Editore RCS
Direttore Giorgio Rivieccio
 

Newton è stata una rivista mensile italiana di divulgazione scientifica. Fondata nel 1997 e diretta, negli ultimi anni dell'edizione RCS, da Giorgio Rivieccio, La caratteristica della rivista era una divulgazione scientifica semplice ed efficace, ma priva di sensazionalismo.
La rivista ha sospeso le pubblicazioni una prima volta nel 2008. Poi è tornata in edicola nel 2010, edita da Ri.Do. Servizi Editoriali s.r.l. e diretta da Cristiano Taglioretti. Nel 2012 è stata chiusa definitivamente.

Newton partecipava al progetto Impatto zero che si propone di piantare alberi, a seconda delle copie vendute, per la compensazione delle emissioni di biossido di carbonio.

Prima edizione[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio del 2008 la rivista è uscita in edicola con un numero speciale (numerato 13) che raccoglie una selezione dei 10 migliori articoli insieme al racconto (inedito in Italia) di Arthur C. Clarke. Nell'editoriale il direttore annuncia la chiusura della rivista senza fornire spiegazioni, ma limitandosi ai ringraziamenti di circostanza. Non è quindi chiaro il motivo di una dismissione così improvvisa, ma si può ipotizzare che sia legato al calo delle vendite: 66.407 copie (-45%) contro le 120.740 dello stesso periodo dell'anno precedente.[1]

Seconda edizione[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 2009 è stato annunciato il ritorno della rivista ricomparsa in edicola nel mese di febbraio 2010, contemporaneamente è stato reso disponibile sul sito un nuovo numero 0, accessibile inserendo un opportuno codice di invito, inviato in precedenza per posta ordinaria agli ex abbonati. Chi possedeva un account sul sito aveva la possibilità di inviare ulteriori inviti tramite posta elettronica.

Sul sito era possibile abbonarsi per un anno a prezzo scontato.

Nuova struttura della rivista[modifica | modifica wikitesto]

Il magazine scientifico era stato diviso in 4 sezioni, ognuna delle quali dedicata a un tema specifico che riprendeva il nome di un celebre scienziato.

  • Darwin. I temi della sezione sono la scienza e l'uomo.
  • Leonardo. Si parla di scienza e società.
  • Einstein. Sezione relativa alla scienza e la terra.
  • Galileo. Temi trattati: la scienza e l'universo.

Tra i collaboratori erano annunciati Rita Levi-Montalcini, Carlo Rubbia, Alfonso Fuggetta e Mark Buchanan.

Chiusura definitiva[modifica | modifica wikitesto]

Dopo 27 nuovi numeri, nel Luglio del 2012 la rivista è fallita per la seconda volta, interrompendo le pubblicazioni senza rilasciare alcuna comunicazione.

Rubriche[modifica | modifica wikitesto]

Le rubriche della rivista erano :

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ bandalargaeditore.it. URL consultato il 03-02-2008.